Che cos’è  il contratto a tutele crescenti

Guide

Che cos’è  il contratto a tutele crescenti

La rivoluzione del lavoro come abbiamo sempre saputo è in arrivo. Il contratto a tutele crescenti riguarda la riorganizzazione delle tipologie contrattuali (con l’eliminazione di co.co.pro. E 1 ° gennaio 2016, l’applicazione delle norme in materia di rapporti di lavoro di collaborazione personale con contenuti ripetitivi ed etero-organizzato dal datore di lavoro), la recensione di regolazione delle funzioni e le disposizioni relative alla conciliazione tra lavoro e vita.

Come per gli altri casi, si prevede che la violazione delle procedure o criteri di scelta. Anche in questo caso, la attenta applica sempre regime compensazione monetaria che applica all’individuo (da un minimo di 4 ad un massimo di 24 mensile).

C’è poi il caso di licenziamento collettivo ordinato senza l’osservanza della forma scritta: la sanzione è quella di reintegrazione. In breve per le piccole imprese reintegrazione rimane solo per i casi di licenziamento nullo e discriminatorio intimati orale. In altri casi di licenziamento senza giusta causa è previsto che la coltivazione di un mensile per anno di servizio, con un minimo di 2 e un massimo di 6 mensile.

Il contratto a tutele crescenti 2015, è un tipo di contratto a tempo indeterminato riservato ai lavoratori neoassunti. Tale forma contrattuale, dovrebbe entrare a regime al massimo entro giugno del 2015.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...