Che cos’è il Capodanno buddhista? COMMENTA  

Che cos’è il Capodanno buddhista? COMMENTA  

Ormai abbiamo un lontano ricordo del capodanno eppure in alcuni paesi del mondo non è ancora stato festeggiato. Ed è proprio in questi giorni che si festeggia il capodanno buddista chiamato SongKran o festival dell’acqua.


Viene così definito perché in tutte le città si usa spruzzarsi con l’acqua e spalmarsi sul corpo e sul viso delle polveri, come segno simbolico di pulizia e lavaggio che toglie i peccati del vecchio anno. La religione del buddismo è seguita da tanti paesi in tutto il mondo e in molti di essi questa religione è considerata come la prima in assoluto.


Il capodanno buddista è molto bello in termini di costumi e di tradizioni. Un aspetto comune che si riflette in queste celebrazioni è l’allegria e la gioia con la quale esse vengono celebrate. In preparazione del Capodanno i buddisti cercano di preparare delle splendide e coinvolgenti feste a cui tutti possono prendere parte.


La festa di Capodanno inizia con una serie di preghiere e con l’adorazione a Buddha. Secondo le tradizioni buddiste nessuna celebrazione o festa è considerata completa fino a quando non si accendono candele nei templi e nei monasteri, dato che proprio queste candele sono considerate un simbolo di amore e rispetto per le anime benedette e per il potere supremo della religione.

L'articolo prosegue subito dopo


Il giorno del nuovo anno buddista, le persone danno uno sguardo alle loro vite passate, cercando di individuare e correggere i propri errori. Si comprano vestiti nuovi, si decorano le case e si visitano amici e vicini per condividere il Capodanno.

 

songkran

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*