Che cos’è il Reishi? COMMENTA  

Che cos’è il Reishi? COMMENTA  

E’ dalla notte dei tempi che le medicine orientali, e quella cinese in particolare, hanno fatto ricorso ai funghi per conservare e recuperare la salute. Gli studi scientifici compiuti negli ultimi decenni hanno confermato che il mondo dei funghi terapeutici orientali è uno scrigno di tesori preziosi per il benessere umano.

Leggi anche: Chi è Gunther Schabowki


Il Reishi è uno dei principi dei funghi terapeutici orientali. Il nome, di origine giapponese, significa “antica dea della salute, vita ed eterna giovinezza”. Conosciuto in Cina come Ling Zhi (erba divina che energizza il Chi, cioè la forza vitale) il Ganoderma Lucidum (questa la sua etichetta botanica) è un fungo che vive e si nutre di preferenza sul legno in decomposizione di due titani dei boschi: la quercia e il castagno. Originario delle foreste della Cina, se ne conoscono sei varietà, ma sono due quelle utilizzate dal punto di vista terapeutico: il Reishi rosso e quello nero.

Leggi anche: Prezzi biglietti e scaletta Sting Parco delle Cascine Firenze 28 luglio 2016


Il primo, caratterizzato da un bel colore rossastro con l’orlo giallo chiaro lucido può arrivare ai 15 cm. Il Nero (Ganoderma sinesis) è più comune, più piccolo e meno ricco di principi attivi. Qual è il segreto del Reishi? Gli studi più recenti hanno individuato e assegnato i meriti principalmente a due tipologie di principi attivi: i polisaccaridi e i triterpeni. Fra i polisaccaridi, i betaglucani hanno proprietà antitumorali, modulano l’attività del sistema immunitario e riescono ad abbassare la pressione arteriosa. I triterpeni presenti nel Reishi sono gli acidi ganodeici che, inibendo il rilascio di istamina, possono alleviare le allergie oltre ad aumentare l’utilizzo dell’ossigeno. Non ultimo proteggono e migliorano l’attività del fegato.


Ecco i benefici del Reishi: riequilibra la pressione sanguigna, regolarizza il colesterolo, protegge e detossifica il fegato, è un antiaging e antiossidante, riduce la glicemia, antinfiammatorio, antitumorale, sostiene l’organismo contro lo stress e la stanchezza (adattogeno), antivirale, attivo contro i virus dell’influenza e dell’herpes, migliora la condizione del sistema cardio-vascolare, anti-aggregante delle piastrine, efficace sul sistema nervoso centrale, migliora la qualità del sonno, è utile contro l’insonnia, modula le risposte autoimmuni e allergiche, accresce l’utilizzo dell’ossigeno.

L'articolo prosegue subito dopo


Il modo migliore di assumere il Reishi sono le compresse contenenti estratto secco. Meglio la mattina a digiuno, aumentando la quantità di acqua giornaliera per aiutare l’espulsione delle tossine. L’ideale è associare anche la vitamina C, che aiuta l’organismo ad assorbire i principi attivi. Nessun limite di tempo per il suo utilizzo, ma per apprezzarne appieno i beenfici si suggerisce di assumerlo quotidianamente per almeno due mesi. Sotto osservazione da 2000 anni, il Reishi è classificato dalla medicina tradizionale come un’erba superiore. Le erbe che hanno guadagnato questo titolo possono essere assunte in grandi quantità e per lungo tempo senza effetti collaterali.

Leggi anche

Spam su facebook: come funziona e come toglierlo
Guide

Spam su facebook: come funziona e come toglierlo

È stata una delle introduzioni più importanti su facebook: la funzione spam. Vediamo come funziona e come liberarsi dallo spam su facebook grazie a questo strumento Su Facebook (come ormai, per fortuna su qualsiasi social network) esiste una funzione che permette di segnalare un contenuto come spam. È possibile segnalare un messaggio o un intera conversazione e spostarla nella cartella di spam, segnalare notizie, foto, video, o anche una persona. In questo pezzo vediamo come funziona lo spam (messaggi o contenuti indesiderati) su Facebook, e tutte le principali indicazioni al riguardo Come funziona la cartella spam nei messaggi Facebook Partiamo dai messaggi. Non tutti Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*