Che cos’è la celiachia?

Guide

Che cos’è la celiachia?

Celiachia

La celiachia è una malattia che colpisce moltissime persone di età differenti. Analizziamo i sintomi, i test a cui sottoporsi e i costi dei prodotti

La celiachia è un’intolleranza cronica che colpisce l’intestino tenue all’assunzione di glutine di parti di soggetti affetti dalla malattia. Solo un’alimentazione che ne sia priva elimina i disturbi anche se gli alimenti “gluten free” non sono proprio a buon mercato. Il Servizio Sanitario Nazionale sovvenziona i prodotti e lo stato prevede l’erogazione gratuita. Questo è un bene, anche se c’è un rovescio della medaglia: pagando lo stato, il costo del prodotto rimane alto (aumentando i pazienti, aumenta il costo). In Italia il glutine è presente nei cibi più comuni: pasta, pane, pizza, focacce e quasi tutti i dolci. E’ importante eliminarne anche le più piccole tracce e bandire gli alimenti che ne contengono anche le più piccole quantità, dalla besciamella alla cotoletta. Per evitare qualsiasi contaminazione è necessario adottare precauzioni specifiche durante la preparazione e la cottura dei piatti.

Le persone a cui è stata diagnosticata la celiachia hanno diritto ad un ticket mensile di 100 euro per acquistare i prodotti gluten free (inoltre pochi anni fa erano reperibili soltanto in farmacia, poi, grazie alle numerose battaglie, il mercato si è ampliato). Da qualche tempo diverse aziende alimentari, intuendo grosse potenzialità sul mercato, si sono specializzate nella produzione di prodotti per i celiaci, riuscendo a proporre una grande varietà di cibi sfiziosi, in grado di annullare le differenze di gusto e gratificare le persone.Gli esempi principali di alimenti prodotti senza glutine variano da quelli consumati regolarmente come il pane, a cibi più ricercati come i muffin o le frittelle.

In ogni caso il malato di celiachia ha l’imbarazzo della scelta e può variare la sua dieta senza troppi problemi.

La celiachia (che consiste in una cronica intolleranza al glutine) non va confusa con l’allergia al grano anche perchè i meccanismi che portano alla comparsa della celiachia sono più complessi e difficili da individuare. Gli esperti sono convinti che, alla base della malattia, ci sia una predisposizione genetica, oppure può essere favorita da eventi “stressanti” per l’organismo, come un intervento chirurgico o una gravidanza.

La celiachia è molto difficile da scoprire e diagnosticare, dato che può manifestarsi in modi e forme diversi. Ci sono sintomi extra-intestinali come depressione e irritabilità, difficoltà nel digerire, dolori alle giunture, crampi muscolari. Nel sistema si possono trovare forme serie di anemia da carenza di ferro, forme di osteoporosi anche in uomini e donne giovani, erosioni allo smalto dei denti, afte del cavo orale o anche aborti ricorrenti (nei casi più gravi).

Per la diagnosi della celiachia esiste un test rapido, definibile “di prima battuta”, che si può effettuare anche a casa.

Il kit per il test è disponibile in farmacia, costa circa 30 euro e non richiede ricetta medica. Il test rapido è attendibile, ma non al 100%. Recentissimo è il test degli anticorpi anti-gliadina deamidata, altre sostanze presenti nel sangue della persona con celiachia. Data l’elevata attendibilità, in molti centri viene eseguito già di routine.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*