Che cos’è la legge 104

Guide

Che cos’è la legge 104

La legge n° 104 del 1992 stabilisce delle agevolazioni per i lavoratori dipendenti che prestano assistenza ad un familiare portatore di handicap. La legge definisce il “portatore di handicap” all’art. 3, e le agevolazioni previste consistono in permessi lavorativi che vengono concessi al lavoratore per la cura e l’assistenza del familiare disabile (la disabilità può essere fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva). I dipendenti pubblici e statali possono usufruire delle agevolazioni della normativa, e oltre ai familiari, gli stessi soggetti disabili (sia nel settore pubblico che privato) possono avvalersi di questa legge.

I permessi lavorativi vengono concessi solo a condizione che il parente disabile non sia ricoverato a tempo pieno in una struttura. La legge 104/92 statuisce che il lavoratore disabile può usufruire di tre giorni al mese di permessi oppure, in alternativa, due ore al giorno per un totale di sei ore giornaliere, o ancora di un’ora al giorno per un orario giornaliero inferiore alle sei ore.

I familiari, invece, hanno diritto a tre giorni al mese di permessi.

La stessa legge prevede inoltre la possibilità di scegliere la sede di lavoro più vicina per poter assistere la persona disabile. Per accedere alle agevolazioni previste bisogna essere in possesso di un certificato medico che attesti l’inabilità e poi va inoltrata in via telematica la domanda all’ente preposto, che è l’Inps (questa è la novità introdotta dall’integrazione alla legge 104 del 2010).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*