Che cos’è la ninfomania

Attualità

Che cos’è la ninfomania

ninfomania

Se ne parla in un recente film, intitolato appunto “Nymphomaniac”, del regista Lars von Trier. Per la protagonista della pellicola, Joe, il sesso è un chiodo fisso. La donna racconta la sua irrefrenabile passione per l’erotismo, attraverso le diverse fasi della vita, dall’adolescenza al cinquantesimo compleanno. Un’ossessione pericolosa, che la fa scivolare in una spirale di infelicità e perdizione.

Si fa presto, però a confondere la ninfomania con una forte pulsione sessuale. In realtà le vere ninfomani come la protagonista del film sono rarissime. Non vanno confuse con le donne dal forte temperamento erotico, che hanno una ricca attività sessuale e con un numero di partner superiore alla media. Al contrario della ninfomania, che è incontrollabile, la tendenza alla promiscuità è una scelta.

A volte sono le stesse donne ad appiopparsi l’etichetta di “ninfomani”, per giustificare appetiti sessuali ricorrenti. E si rivolgono al medico per la paura di essere giudicate male. Il termine ninfomania, coniato nel 1771 da un medico francese, indica un aumento esagerato dell’istinto sessuale femminile, che si manifesta con una continuativa ricerca del piacere fisico.

Alcuni studiosi la definiscono come una dipendenza “senza sostanza”, come lo shopping compulsivo o il gioco d’azzardo patologico.

Oggi il termine ninfomania viene utilizzato solo in presenza di malattie psichiatriche che presentano, tra gli altri sintomi, una tendenza sessuale abnorme. La ninfomane è una donna con una libido insaziabile, senza moralità e inibizioni, sempre pronta a sedurre e provocare pur di placare la sua fame sessuale. Non avendo autostima e amor proprio, queste donne cercano, attraverso il contatto fisico, di comunicare con gli altri e affermare il proprio valore.

1 Commento su Che cos’è la ninfomania

  1. molte sono le donne che, per vari motivi, pensano di essere "ninfomani". Alcune in effetti lo sono proprio.
    Tuttavia determinate condotte eccessive sono foriere di una valutazione clinica completa (anche sessuologica, se agite in ambito sessuale) presso un capace psicoterapeuta allo scopo di diagnosticare chiaramente il problema (o i problemi), individuarne eventuali cause e capire infine che cosa poter fare per risolvere definitivamente. Sulla ninfomania poi si può vedere, in dettaglio, almeno nel pagine 282, 324 e 329 del "Il manuale pratico del benessere", un percorso di auto aiuto psicologico patrocinato dal Club UNESCO, dove si propongono anche esercizi guidati, consigli concreti, prescrizioni salutiste nutrizionali e fitoterapiche, autovalutazioni pratiche e test psicologici per una crescita personale.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche