Che cos’è l’amnistia? - Notizie.it

Che cos’è l’amnistia?

Guide

Che cos’è l’amnistia?

L’amnistia (dal greco amnestia, dimenticanza) è un provvedimento generale di clemenza con cui lo Stato, in presenza di situazioni oggettivamente eccezionali, rinuncia alla punizione di un determinato numero di reati commessi nel periodo precedente la concessione del beneficio. E’ una causa di estinzione del reato. Ultimamente si è tornati a parlare di amnistia e indulto sulla scia della condanna della Corte Europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo, che ha concesso al nostro Paese un anno per rimediare al problema (ormai diventata un’emergenza) delle carceri sovraffollate.

Si stima che i detenuti nelle carceri italiane siano circa 65 mila, mentre gli istituti di pena in totale sono 206. Più di un terzo di detenuti (circa 25 mila) è in cella per reati che riguardano le sostanze stupefacenti, mentre gli stranieri sfiorano quota 23 mila. In Italia l’amnistia è prevista dall’art. 79 della Costituzione e disciplinata dall’art. 151 del Codice penale.

A partire dal 1922, l’amnistia viene disposta con una legge che va approvata a maggioranza dei due terzi dei componenti di ciascuna Camera, in ogni articolo nella votazione finale.

L’amnistia estingue il reato. In pratica, lo Stato rinuncia a punire un determinato numero di reati commessi nel periodo precedente la concessione del beneficio. Di conseguenza cessano l’esecuzione della condanna e le pene accessorie. Non si applica, a meno che non sia espressamente previsto dalla legge, ai recidivi aggravati o reiterati, ai delinquenti abituali, professionali o per tendenza.

Mentre l’amnistia estingue il reato, che quindi è come se non fosse stato commesso, l’indulto cancella solo la pena, che viene condonata in tutto o in parte. Anche l’indulto viene concesso con legge dello Stato deliberata con la stessa maggioranza prevista per l’amnistia. Si riferisce ai reati commessi prima della presentazione del disegno di legge. Nel 2006 è stato concesso l’indulto per i reati commessi fino a tutto il 2 Maggio di quell’anno: ne hanno beneficiato oltre 36 mila detenuti.

Diverso ancora è il caso della grazia. Si tratta di un provvedimento di clemenza individuale concesso dal Presidente della Repubblica ad un determinato individuo, a cui viene condonata in tutto o in parte la pena, o sostituita con un’altra meno grave.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*