Che cos’è norma salva-Berlusconi COMMENTA  

Che cos’è norma salva-Berlusconi COMMENTA  

renziberlusconi

In questi giorni nello scenario politico italiano ha fatto discutere la cosiddetta norma salva-Berlusconi, di cui lo stesso premier Matteo Renzi ha rivendicato la paternità, ma che il governo composto da PD, NCD e Scelta Civica è stato costretto a rivedere e modificare dopo le accese  proteste delle opposizioni in Parlamento.

Di cosa si tratta esattamente? Nell’ambito delle leggi sull’evasione fiscale, questa norma stabilisce che sotto il 3% dell’imposta sul valore aggiunto la pena viene ridotta.

Se questa norma fosse stata approvata, Berlusconi sarebbe stato libero dai servizi sociali e soprattutto sarebbe tornato ad essere senatore e avrebbe di nuovo potuto essere eletto.

Infatti era stato condannato al carcere (pena commutata in servizi sociali) e all’ineleggibilità per 6 anni. La pena ai servizi sociali scade comunque tra non molto, cioè a fine febbraio.

L'articolo prosegue subito dopo

Quello che però costituisce un fatto politico importante è eliminare l’ineleggibilità di Berlusconi, che punta alle elezioni già nel 2015. Per il momento la norma è stata bloccata, ma Renzi ha dichiarato che tornerà in Parlamento e sarà approvata quando Berlusconi finirà i servizi sociali, in modo da dimostrare che la norma non è ad personam, ma è stata pensata per i cittadini.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*