Che cos’è una lista civica COMMENTA  

Che cos’è una lista civica COMMENTA  

Che cos'è una lista civica
Che cos'è una lista civica

Una lista civica è un gruppo di persone che condivide lo stesso pensiero politico ed intende candidarsi consigliere comunale.

A sua volta, ogni candidato sindaco deve associarsi ad una o più liste ed ogni lista ha l’obbligo di segnalare quale sia il candidato sindaco che appoggia.

Leggi anche: Come presentare una lista civica

Le liste che supportano lo stesso candidato sindaco hanno uno scopo comune, ovvero, quello di raggiungere la maggioranza e far votare il candidato sindaco. Tuttavia, allo stesso tempo, queste diverse liste concorrono tra di loro.

Leggi anche: Come aderire ad una lista civica

Esistono liste civiche provinciali e liste civiche regionali.

Se avete una passione per la politica e se desiderate partecipare ad essa attivamente, la prima cosa da fare è dunque quella di associarsi ad una lista civica.

Come creare una lista civica?

La prima cosa da fare per creare una lista civica è quella di informarsi sul mondo politico. Per le informazioni sulla politica passata è importante studiare i libri di storia e di diritto, mentre per le informazioni sulla politica di oggi, è importante fare affidamento e riferimento alle modifiche delle varie liste, le proposte di legge, informarsi su quanto accade in parlamento o nelle camere.

L'articolo prosegue subito dopo

Come iniziare a fare politica e creare dunque la propria lista civica?

Prima di tutto, è bene partire dal basso e prendere informazioni relative alla politica del proprio comune di residenza, conoscere i vari partiti che governano o che sono candidati a governare. Dopo di che, potrete iniziare ed organizzare la vostra lista civica.

Inizialmente, dovrete cercare dei possibili candidati del consiglio comunale, i quali è fondamentale che condividano la vostra stessa linea di pensiero. Rivolgetevi al vostro Comune di residenza per le informazioni necessarie, poiché ogni Comune prevede un numero minimo di candidati al consiglio comunale. Il numero dei membri di un consiglio comunale dipende, logicamente, dal numero degli abitanti. A questo punto, dovrete trovare i cittadini che sostengono le vostre idee e quindi supportano la vostra lista civica. Questi cittadini dovranno firmare una lista e fornire i propri dati anagrafici. Queste sono informazioni tutte facilmente reperibili presso il vostro comune di residenza. Completato questo passo, dovrete iscrivervi alle liste elettorali del comune di residenza e presentare una dichiarazione autenticata in cui si dichiara la propria disponibilità ad accettare un’eventuale candidatura.

La lista civica va presentata durante le elezioni amministrative, con un programma elettorale che si contraddistingue da quello presentato dalle altre liste.

Il regolamento stabilisce che la documentazione necessaria per la presentazione di una lista civica venga presentata presso la segreteria del Comune di residenza a partire dalle ore 8 del trentesimo giorno ed entro le ore 12 del ventinovesimo prima della data delle elezioni.

Nel momento in cui la lista civica è stata accettata da chi di competenza, l’aspirante politico deve preparare una campagna elettorale.

La lista civica presenta caratteristiche particolari. Prima di tutto, il nome che, nella maggior parte dei casi è generico, deve contenere un riferimento alla realtà locale. Non deve fare esplicito riferimento ad un partito o schieramento politico. Sarebbe opportuno anche che i relativi membri fossero personaggi noti e stimati nella realtà locale, come imprenditori, professionisti, sportivi o anche studenti, purché in passato non abbiano già preso parte ad attività politiche.

Le liste civiche sono un fenomeno degli ultimi anni, particolarmente diffuso soprattutto nei piccoli paesi, a causa della legge elettorale maggioritaria a turno unico che vige nei Comuni con meno di 15 mila abitanti e che forza i partiti a coalizzarsi e presentare un’unica lista per avere maggiori probabilità di vittoria.

Leggi anche

babbo natale
Guide

Come sopravvivere al pranzo di Natale

Ecco come fare a sopravvivere al pranzo di Natale, nonostante le domande incalzanti dei parenti e le quantità industriali di cibo.   Manca davvero poco alle festività natalizie e in molti si staranno domandando come sopravvivere al pranzo di Natale. Cibo in quantità industriali, domande impertinenti dei parenti, e bambini che piangono e urlano in ogni angolo della casa. Non temete! Questo articolo vi consiglierà come comportarvi per sottrarvi a queste torture. Per prima cosa cercate di evitare le discussioni private a tavola, cercando di cambiare discorso quando uno dei parenti vi incalzerà con domande inopportune. Inoltre è assolutamente vietato Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*