Chelsea: Roberto Di Matteo è il nuovo allenatore

Calcio

Chelsea: Roberto Di Matteo è il nuovo allenatore

S’allunga la pattuglia degli allenatori italiani all’estero. Dopo Ancelotti e Mancini, che puntano a vincere i rispettivi campionati in Francia ed Inghilterra, e dopo Paolo Di Canio e Marco Simone, che fanno esperienza nelle serie inferiori degli stessi campionati, un’altra grande del panorama europeo s’affida ad un tecnico made in Italy. Si tratta del Chelsea che dopo l’ennesima sconfitta stagionale, la settima in ventotto partite di campionato, quella contro il West Bromwich Albion, ha esonerato Andrè Villas Boas promuovendo al suo posto il vice Roberto Di Matteo, che esordirà martedì nel replay di FA Cup contro il Birmingham. Tramonta quindi, almeno per il momento, la parabola dello Special Two che dieci mesi fa festeggiava un eccezionale triplete alla guida del Porto per poi farsi sedurre dai petrodollari di Abramovich, che ha pagato la clausola rescissoria di quindici milioni al presidente dei Dragoni rubando il tecnico portoghese alla concorrenza, tra le altre, di Juventus ed Inter.

Ma il primo approccio di Villas Boas con il grande calcio, con l’obbligo di vincere, è stato un fiasco: la squadra è stata sempre un pianto sul piano del gioco ma a mancare è stato soprattutto il rapporto con il gruppo, e con la vecchia guardia in particolare, mai in sintonia con il tecnico portoghese e la sua gestione della squadra, distante diciassette punti dal primo posto ed al momento fuori dalla zona-Champions. Ora quindi la palla passa a Di Matteo, vecchia bandiera dei Blues, con i quali ha vinto due FA Cup, una Coppa Coppe ed una Supercoppa d’Europa: curioso il destino che ha offerto la grande occasione della vita a Di Matteo proprio grazie al West Bromwich, la squadra che aveva condotto in Premier lo scorso anno prima di essere esonerato a stagione in corso. Quest’anno l’ingresso nello staff del Chelsea: tra dieci giorni proverà la rimonta contro il Napoli sfruttando anche la conoscenza del calcio italiano. Quanto a Villas Boas, da oggi Moratti avrà le idee più chiare…

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...