Cher si rifiuta di cantare in Russia, paese omofobo COMMENTA  

Cher si rifiuta di cantare in Russia, paese omofobo COMMENTA  

All’invito a cantare alle prossime Olimpiadi Invernali di Sochi 2014, Cher ha risposto con un secco no. La cantante ha deciso di declinare l’invito a partecipare al grande evento con una motivazione ben precisa: non è intenzionata ad esibirsi in un Paese che non accetta l’amore tra persone dello stesso sesso. “No, da voi non ci canto: siete un paese omofobo”, avrebbe risposto Cher all’organizzazione delle prossime Olimpiadi invernali ed in particolare al potente oligarca russo che sta organizzando la direzione artistica dell’evento. La cantante, tornata alla ribalta con il disco “Closer to the truth” pubblicato dopo quasi 12 anni di silenzio, avrebbe dovuto fare da ambasciatrice ai giochi ed esibirsi con una performance ma le leggi contro i gay della Russia a quanto pare non le vanno proprio a genio.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*