Chi è Valeria Solesin, vittima Bataclan Parigi

Guide

Chi è Valeria Solesin, vittima Bataclan Parigi

La veneziana Valeria Solesin, l’unica vittima italiana degli attentati di Parigi avvenuti lo scorso venerdi 13 Novembre, era una ricercatrice in demografia all’Ined, presso la rinomata università parigina La Sorbona, e studiava come i sistemi di welfare aiutino le donne a conciliare maternità e lavoro.

Un posto tanto desiderato, al quale era riuscita ad arrivare dopo la laurea in sociologia all’Università di Trento in collaborazione con la facoltà di Nantes, che ha frequentato per un anno, ed un master all’Ecole des Haute Etudes en Sciences Sociales ed infine un master di specializzazione alla Sorbona.

Un “cervello in fuga” l’ha definita “Il Fatto Quotidiano”; una persona meravigliosa, secondo i familiari e gli amici.

Il fidanzato Andrea Ravagnani, originario di Dro in provincia di Trento, si era trasferito nella capitale per lei.

E quel fatidico venerdi, al Bataclan Valeria ci era andata proprio con Andrea e con Chiara, sorella di lui, ed il fidanzato Stefano Peretti.

I documenti di Valeria erano nella borsa di Chiara e per questo è stato difficile trovarla.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*