Chi è Alois Brunner, il nazista che non si è mai pentito? COMMENTA  

Chi è Alois Brunner, il nazista che non si è mai pentito? COMMENTA  

Alois Brunner era un ufficiale delle SS nella Seconda Guerra mondiale e un criminale di guerra austriaco.

Iscrittosi a 19 anni, nel 1931, al partito Nazionalsocialista fu capo del campo di sterminio di Dranay dal 1943 al 1944. Fu anche assistente e collaboratore dell’ufficiale nazista Adolf Eichmann. Dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale fu condannato 2 volte a morte con l’accusa di crimini di guerra, ma la sentenza non fu mai eseguita. L’ufficiale nazista era considerato uno dei più ricercati ancora in vita.


Brunner infatti scappò in Germania, dove visse molti anni sotto falso nome e, una volta scoperto, scappò in Egitto e infine in Siria. Nonostante fosse a conoscenza del luogo in cui il militare era fuggito, l’Europa non è mai riuscita ad ottenere l’estradizione. Sembra che Brunner ottenesse protezione dallo stato in cambio della sua esperienza nella guerra mondiale e della sua partecipazione attiva nel conflitto in Siria contro Israele.


 In Francia, nel 2001, fu comunque condannato all’ergastolo per crimini contro l’umanità. Brunner è ritenuto personalmente responsabile della morte di oltre 140 mila ebrei ma, nonostante ciò, non si è mai pentito.


Pochi giorni fa però è arrivata una notizia dal centro Wiesanthal di Gerusalemme: Brunner sarebbe morto in Siria nel 2010 a quasi cent’anni d’età.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*