Antonio Lamberto Martino Bake Off Italia 4: chi è il giudice? COMMENTA  

Antonio Lamberto Martino Bake Off Italia 4: chi è il giudice? COMMENTA  

Chi è Antonio Lamberto Martino, giudice di Bake off Italia 4
Chi è Antonio Lamberto Martino, giudice di Bake off Italia 4

Antonio Lamberto Martino è il nuovo giudice che affiancherà gli altri giudici nella nuova edizione di Bake Off Italia 4. Conosciamolo meglio.

Giudici di Bake Off Italia 2016

E’ difficile spiegare come il programma Bake Off, che è stato ideato nel 2010 dalla BBC, in Inghilterra faccia due volte gli ascolti della Champions League. Dopotutto è solo una sfida a base di torte per aspiranti pasticcieri.

Questo format è stato acquistato fin’ora da quindici paesi diversi, in Italia, pur senza raggiungere la portata del successo inglese, ha avuto fin dalla prima edizione del 2013 un discreto successo.

Parte del merito va riconosciuto alla conduttrice Benedetta Parodi e ai due giudici: Enrst Knam, super pasticcere tedesco naturalizzato milanese grazie a una celebre pasticceria-boutique, già volto televisivo di Real Time con diversi altri programmi, e Clelia D’Onofrio, giornalista ed ex direttrice del Cucchiaio d’Argento.

La nuova edizione di Bake off Italia 4 cominciata il 2 Settembre su Real Time e condotta ancora da Benedetta Parodi, ha un nuovo giudice che si affiancherà agli altri due. Il nuovo giudice della nuova edizione che valuterà i dolci e le torte preparate dai pasticceri del programma si chiama Antonio Lamberto Martino.

Antonio Lamberto Martino alla quarta edizione di Bake Off  Italia

Antonio Lamberto Martino è un panettiere siculo e un pasticcere di Capo d’Orlando. Un pasticcere di 36 anni, dal volto gentile che sicuramente piacerà al pubblico. Agronomo abilitato, laureato in Scienze dell’Alimentazione e della Gastronomia, ha una scuola di panetteria e un laboratorio di pasticceria nella sua città,  che ha chiamato Laboratorio in corso.

Sicuramente non è nuovo al mondo della cucina e della pasticceria, dal momento che è figlio di Antonio Martino e proviene da una famiglia di panettieri e pasticceri molto conosciuti in Sicilia. Ha viaggiato molto per il mondo per carpire i segreti e le tecniche della pasticceria, dei laboratori e dei più grandi pasticceri e negozi di dolci internazionali.

In Sicilia, dove vive e lavora, ha anche fondato un laboratorio, una vera e propria scuola per insegnare ai giovani e ai curiosi l’arte della pasticceria e della preparazione dei dolci.

Antonio Lamberto Martino Siena

In provincia di Siena ha aperto la prima “Scuola di farina” per imparare a conoscere e utilizzare i grani antichi, cereali non selezionati, modificati o alterati. Una scelta pensata per riscoprire il sapore vero del pane e le proprietà naturali della farina integrale e povera di glutine.

La sede del Laboratorio è al Cescot Confesercenti di Siena, ma l’attività di formazione comprende numerosi agriturismi della zona: è qui che opera il direttore e fondatore della struttura, l’agronomo Antonio Lamberto Martino, studioso di scienze e tecnologie dell’alimentazione al San Raffaele di Roma e di Milano.


 

Antonio Lamberto Martino vita privata

Antonio non è di certo un personaggio abituato ad essere al centro dell’attenzione, non è uno dei tanti giudici che siamo abituati a vedere in televisione, ma il suo aspetto avvenente e il suo atteggiamento riservato potrebbe incuriosire e piacere, non solo alle aspiranti pasticcere ma soprattutto alle tante telespettatrici. Il suo atteggiamento schivo ha fatto si che rifiutasse più volte l’invito ad apparire in tv, ma finalmente ora ha deciso di tentare questa avventura e buttarsi anima e corpo nel programma di Real Time. «Porterò ciò che ho studiato e l’esperienza che ho maturato nelle pasticcerie di provincia, per trasmettere le mie emozioni e la mia conoscenza ai concorrenti», assicura in un’ intervista. É molto diverso dagli altri due giudici e proprio per questo potrebbe regalare molte soddisfazioni, non solo dolciarie.

In un’intervista ha risposto così a queste domande “Dicono tutti che lei è il giudice buono”

” Vorrei sfatare questa cosa, perché io mi incavolo pure. Diciamo però che non sopporto nessuna forma di violenza, neanche quella orale, che in fondo fa più male di quella fisica. Lanciare piatti e insultare non è certamente da me. Se non mi piace qualcosa la devo criticare e motivare tecnicamente e dal punto di vista sensoriale. Ma devo stare attento anche all’aspetto emotivo, perché chi fa il pane è un essere umano ed emotivamente non lo devo distruggere”.

“Come si è avvicinato al suo mestiere?”

Mia madre faceva l’infermiera e quando ero piccolo durante i suoi turni restavo da solo, ma ero un bimbo movimentato, quindi mi lasciava da un’amica di famiglia che faceva il pane in casa e attorno a lei si radunavano tutti i vicini, attirati dal profumo. Una volta cresciuto ho capito di voler sviluppare quella stessa fragranza e farla mia, desideravo quel clima di convivialità che solo il pane può dare e da lì mi è nata la passione”.

Antonio Lamberto Martino è affetto dal morbo di Crohn dall’età di 28 anni; si tratta di una malattia cronica infiammatoria dell’intestino che prova seri disturbi a livello digestivo. Questo tipo di malattia va curata, oltre che con dei farmaci ed eventuali interventi, con una dieta adeguata. É curioso quindi come un giovane con tale malattia, considerata autoimmune e non guaribile, abbia sviluppato la voglia di lavorare proprio nell’ambito alimentare. Anzi, Martino ha saputo sfruttare addirittura questa sua condizione di salute sperimentando nuove farine, ingredienti e cereali studiandone le caratteristiche e i benefici. In Toscana, dove vive e lavora, coltiva grani di antiche varietà per cercare nuovi approcci all’arte della panificazione; inoltre, per tenere sotto controllo e convivere con la malattia, fa uso in particolare di batteri lattici ma mangia anche molta frutta matura e di stagione, verdura cotta al vapore e carboidrati a basso tenore di glutine.


 

 

 

Intervista a Antonio Lamberto Martino, Bake off Italia.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*