Chi è Calogero Mannino, ex ministro imputato processo Trattativa Stato-Mafia

Guide

Chi è Calogero Mannino, ex ministro imputato processo Trattativa Stato-Mafia

I politici prendono accordi con la mafia? O meglio. Lo stato italiano lo fa?
Abbiamo visto alcune serie tv trattare proprio di un argomento simile. Ultima, Squadra Antimafia. Quando però si ricevono notizie vere sulla possibilità che esistano accordi di questo tipo, la cosa è diversa.
Per l’ex ministro della Dc Calogero Mannino nell’ambito del processo sulla trattativa Stato-mafia sono stati chiesti ben 9 anni da scontare in carcere. Questa la richiesta della Procura di Palermo. Per lui è stata richiesta anche l’interdizione perpetua dai pubblici uffici.

Il processo in questione, definito appunto “trattativa stato-mafia”, fa riferimento ad una negoziazione che si è sviluppata in seguito alla stagione delle bombe del ’92 e ’93. Il fine di tale negoziazione era di giungere a un accordo tra importanti funzionari delle istituzioni italiane e rappresentanti di cosa nostra. Una sorta di “ricatto” bello e buono se si osservano gli eventi da vicino.

La negoziazione infatti prevedeva la fine della stagione stragista in cambio di un’attenuazione delle misure detentive previste dall’articolo 41 bis.

Pare che Mannini – parlamentare, politico, imprenditore – per timore di essere ucciso come Salvo Lima si sia accordato con il generale e capo dei Ros dei Carabinieri Antonio Subranni e con il capo della polizia Parisi per stabilire un contatto con Cosa Nostra ed arrivare così ad un accordo “salvavita”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Enrica Marrelli 445 Articoli
Laureata in Teoria della Comunicazione e Comunicazione Pubblica presso l'Università della Calabria. Amo la lettura ma mi appassiona anche il grande e il piccolo schermo.
Contact: Facebook