Chi è Gabriel Garcia Marquez COMMENTA  

Chi è Gabriel Garcia Marquez COMMENTA  

928 N Gabrile Garcia Marquez

Gabriel (José de la Concordia) Garcia Marquez detto “Gabo” nasce il 6 marzo 1927 a Aracataca (Colombia) e muore a Città del Messico il 17 aprile 2014. È uno scrittore vincitore del Premio Nobel per la letteratura nel 1982, giornalista e saggista, tra i più importanti in lingua spagnola. Marquez è considerato uno degli esponenti più significativi del realismo magico. Il suo stile è riconoscibile grazie alla sua scorrevolezza, uno stile ricco e ironico, i suoi romanzi sono caratterizzati da intrecci articolati tra realtà e fantasia, storia e leggenda, allegorici e talvolta umoristici. Tra le opere più importanti si citano: “Cent’anni di solitudine” che ha ottenuto il prestigioso riconoscimento Cartagena 2007, in cui si è classificato come seconda opera in lingua spagnola più importante mai scritta dopo il “Don Chisciotte della Mancia” di Miguel Cervantes.


Primo di 16 figli, il padre – Gabriel Eligio Garcia – era telegrafista, mentre la madre – Luisa Santiaga Marquez Iguaran si dichiarava chiaroveggente. Trascorre i primi anni di infanzia a Riohacha a casa dei nonni, il colonnello Nicolas Ricardo Marquez Mejia e la nonna Tranquilina Iguaran Cotes abile narratrice di fiabe e leggende locali.

È grazie ai nonni, che Gabriel costruisce il suo mondo fantastico. Completa i suoi studi classici e si iscrive all’università colombiana alla facoltà di scienze politiche, ma abbandona gli studi per i quali ha poco interesse per dedicarsi al giornalismo.

Si trasferisce a Cartagena nel 1953 e comincia a lavorare per il giornale “El Universal”. Da qui, inizia la sua carriera di scrittore e giornalista.

Leggi anche

Linkedin: cos'è Lynda
Guide

Linkedin: cos’è Lynda

Linkedin si specializza nel campo della formazione online e acquista Lynda. Andiamo a vedere cos'è e come funziona questa opportunità Di Linkedin e delle sue caratteristiche abbiamo già parlato in diversi articoli, come ad esempio Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*