Chi è giudice Marta Cartabia vicepresidente Corte Costituzionale COMMENTA  

Chi è giudice Marta Cartabia vicepresidente Corte Costituzionale COMMENTA  

Marta Cartabia  è laureata in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Milano, e nel 1993 ha conseguito il PhD in Legge presso l’Istituto Universitario di Fiesole.

Leggi anche: Ricette: Zuppa di verdure e formaggio


Dal 1993 al 1999 è stata ricercatrice  di Diritto Costituzionale presso l’Università degli Studi di Milano, e tra il 1993 e il 1995 è stata assistente di studio presso la Corte Costituzionale.

Leggi anche: Zuppa di piselli a cottura lenta


Successivamente è stata nominata docente associato tra il 1999 e il 2000, e professore ordinario tra il 2000 e il 2004 di Istituzioni di Diritto Pubblico presso l’Università degli Studi di Verona.


Dal 2004 è docente ordinario di Diritto Costituzionale presso l’università degli Studi di Milano- Bicocca.

marta.cartabia

La sua carriera nella giurisprudenza culmina nel settembre del 2011 quando viene nominata giudice della Corte Costituzionale della Repubblica Italiana dal presidente Giorgio Napolitano.

L'articolo prosegue subito dopo


È la terza donna ad essere stata nominata giudice, insieme a Fernanda Contri e Maria Rita Saulle, ed inoltre tra i giudici più giovani.

La sua nomina ha suscitato numerose polemiche da parte della comunità LGBT, in quanto il giudice Cartabia ha espresso la sua contrarietà sul matrimonio omosessuale.

Il 12 novembre 2014 il neoeletto presidente Alessandro Criscuolo nomina Marta Cartabia Vicepresidente della Corte Costituzionale.

Leggi anche

fa
Guide

Shatush come si fa

Ormai chi non conosce lo shatush? Per chi ancora non lo sa, è una tecnica che crea sfumature naturali sui capelli in due fasi.Come si fa?Ecco come procedere Ormai lo shatush è una tecnica nota a tutti. Talmente in voga da essere ormai quasi fuori moda, lo shatush consiste nel creare sulla chioma delle schiarite con un effetto naturale. Più precisamente, la tecnica consiste nella decolorazione delle punte e della chioma inferiore per ottenere due colori in sintonia, che sfumano uno nell'altro. Dato che lo shatush arriva direttamente dalla California, ricorda un po' le sfumature dei capelli sotto i raggi Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*