Chi è Patrick Modiano, premio Nobel per la letteratura

Guide

Chi è Patrick Modiano, premio Nobel per la letteratura

AVT_Patrick-Modiano_9958
« Per l’arte della memoria con la quale ha evocato i destini umani più inesplicabili e scoperto il mondo della vita nel tempo dell’occupazione »
Con questa motivazione l’Accademia Svedese ha conferito il premio Nobel per la letteratura 2014 a Patrick Modiano.
Francese, di origini italiane, Modiano ha battuto il giapponese Haruki Murakami, il kenyota Ngugi Wa Thiong’o e riceve il suo premio a sei anni di distanza da un altro Nobel francese: Jean-Marie Gustave Le Clézio.
Nacque a Boulogne-Billancourt nel 1945 da Albert Modiano (ebreo di origini italiane) e Louisa Colpijn (attrice belga di etnia fiamminga). Terminò gli studi liceali ad Annecy nel 1962, e non proseguì. Conobbe invece Raymond Queneau, amico della madre, che lo introdusse nel mondo letterario e che gli darà persino lezioni di geometria.
Tramite Queneau conobbe l’editore Gallimard, che pubblicò il suo primo romanzo: “La Place de l’Étoile”, col quale vinse il premio Roger Nimier.

I suoi romanzi, alcuni dei quali diventati anche film, sono ambientati per lo più nella Parigi occupata dai nazisti. L’autore rievoca anche la figura del padre che, ebreo, si salvò diventando un collaborazionista.
Nel 1978 vinse anche il premio Goncourt con il romanzo Rue des Boutiques Obscures (titolo che si riferisce a via delle Botteghe Oscure a Roma, dove ha abitato). Ha scritto inoltre, la prefazione al diario di Hélène Berr e ad un’edizione del romanzo “Niente di nuovo sul fronte occidentale di Erich Maria Remarque.”
Modiano, però, non si limita a scrivere romanzi: è documentarista per Carlo Ponti e paroliere per Françoise Hardy.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*