Chi è Salvatore Buzzi COMMENTA  

Chi è Salvatore Buzzi COMMENTA  

Salvatore_buzzi-2

Salvatore Buzzi è stato recentemente arrestato nell’ambito dell’inchiesta su “Mafia Capitale”, che ha rivelato una serie di inquietanti intrecci tra mafia e politica nel governo della città all’epoca del mandato di Alemanno, ma sono stati coinvolti personaggi che operavano anche all’epoca di Veltroni.

Viene soprannominato il Rosso per la sua provenienza politica e per distinguerlo da altri grandi arrestati, Carminati e Mokbel, che sono invece di estrema destra.

Di Buzzi si parla molto ultimamente per un’intercettazione in cui dichiara di guadagnare molti soldi grazie all’immigrazione, ma la sua storia è molto più lunga.

Nel 1980, a 25 anni, Buzzi uccise un suo socio in affari, che lo aiutava a sottrarre soldi alla banca per cui lavorava. Venne condannato a 20 anni di carcere, ma ne scontò molti meno.

L'articolo prosegue subito dopo

Nel 1983 fu il primo detenuto a laurearsi in carcere, in Lettere in Filosofia, raggiungendo anche il massimo dei voti, 110 e lode. La sua condizione mutò in semilibertà e poi libertà condizionata fino ad arrivare alla grazia concessagli dal Presidente Scalfaro nel 1994. Nel frattempo, pur essendo detenuto a Rebibbia, aveva fondato la cooperativa “29 giugno”, che si occupava di inserimento lavorativo di persone svantaggiate, ex detenuti all’inizio, e poi immigrati. Sfruttando la cooperativa e la costruzione di numerosi campi rom a Roma, Buzzi ha intascato per sé e per i suoi soci un’ingente quantità di denaro.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*