Chi è veramente Babbo Natale? COMMENTA  

Chi è veramente Babbo Natale? COMMENTA  

Un personaggio famoso noto in tutto il mondo. Babbo Natale, non ci sono dubbi.
Tutti hanno sentito parlare di questo signore vestito di rosso che distribuisce doni a tutti nella notte di Natale. O meglio, in una sola notte grazie alla magia del Natale.

I film su di lui sono davvero tanti. Molti, Made in Usa, raccontano la sua origine.

Secondo la tradizione, Babbo Natale è un personaggio storico: San Nicola, protettore di bambini. Sembra che San Nicola ritrovò e riportò in vita cinque fanciulli, rapiti e uccisi da un oste. Il nome inglese di Babbo Natale è Santa Claus, e non è un caso che questo nome derivi da Sinterklaas, nome olandese di san Nicola.

Altre leggende sono legate alla storia di San Nicola.
Una fra queste è quella confermata da Dante nel Purgatorio (XX, 31-33). Dante racconta che San Nicola, commosso dalle preghiere di un nobiluomo impossibilitato a sposare le sue tre figlie perché caduto in miseria, decise di lanciare per tre notti consecutive, attraverso una finestra sempre aperta del castello, i tre sacchi di monete che avrebbero costituito la dote delle ragazze.

Nella prima e nela seconda notte le cose andarono come stabilito. La terza però San Nicola trovò la finestra chiusa. Deciso a mantenere comunque fede al suo proposito, il vecchio dalla lunga barba bianca si arrampicò sui tetti e gettò il sacchetto di monete attraverso il camino, dov’erano appese le calze ad asciugare, facendo la felicità del nobiluomo e delle sue tre figlie.

L'articolo prosegue subito dopo


Ecco perché ancora oggi si racconta che Babbo Natale scenda dal camino.

Quindi, quella che viene considerata forse la figura più atea della storia del mondo alla fin fine ha in realtà uno sfondo cristiano. Una bella scoperta.

Leggi anche

About Enrica Marrelli 457 Articoli
Laureata in Teoria della Comunicazione e Comunicazione Pubblica presso l'Università della Calabria. Amo la lettura ma mi appassiona anche il grande e il piccolo schermo.
Contact: Facebook

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*