Chi era Eluana Englaro COMMENTA  

Chi era Eluana Englaro COMMENTA  

Eluana Englaro è stata una ragazza italiana che, dopo un grave incidente in auto, rimase in coma vegetativo per diciassette anni. La sua tragica vicenda è stata al centro della cronaca e ha destato l’attenzione di tutta l’Italia per molti anni.


Eluana era nata a Lecco nel 1970 e al tempo dell’incidente studiava lingue all’università di Milano. Nel 1992, quando Eluana aveva 21 anni, accade la tragedia: la ragazza, al ritorno da una festa nei pressi di Lecco, perde il controllo dell’auto e si va a schiantare contro un palo della luce. L’incidente causa alla ventunenne danni al cervello e la rottura della colonna vertebrale, che la porta alla paralisi totale. Una volta arrivati sul luogo dell’incidente i medici, Eluana si trova già in coma e da questo non si riveglierà mai più.


I medici riescono a salvarle la vita ma Eluana si trova ormai in stato vegetativo, senza nessuna possibilità di risvegliarsi. I genitori e i parenti della ragazza chiedono quindi che venga sospesa l’alimentazione artificiale e che Eluana venga lasciata morire.


Inizia così la lotta dei genitori, perchè la loro richiesta venga accolta: vanno incontro ad undici anni di processi, a due sentenze, una della Magistratura Italiana e una della Corte Europea, all’opposizione tenace del governo e di molte associazioni cattoliche. La vicenda ha una grande risonanza mediatica e causa molte manifestazioni.

L'articolo prosegue subito dopo


Alla fine però, il 6 Febbraio 2009, dopo il via della sentenza, l’alimentazione e l’idratazione artificiale di Eluana vengono sospesi e tre giorni dopo la ragazza viene dichiarata  morta.

La vicenda ha causato molte controversie sul tema dell’eutanasia e la sentenza ha portato ad un punto di svolta per lo stato italiano.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*