Chi era Monica Scattini COMMENTA  

Chi era Monica Scattini COMMENTA  

L’attrice Monica Scattini è nata a Roma (1° febbraio 1956) ed è prematuramente scomparsa il 4 febbraio 2015. Figlia d’arte del regista Luigi Scattini, è stata interprete della commedia italiana anni ’90, assumendo spesso il ruolo dello stereotipo della toscana benestante.


Ha lavorato con grandi registi italiani come Ettore Scola, Mario Monicelli, Dino Risi, Simona Izzo, Carlo Mazzacurati. Con il film “Maniaci sentimentali” del 1994 diretto da Simona Izzo, Monica Scattini vince il premio David di Donatello come migliore attrice non protagonista.


Monica Scattini può vantare anche partecipazioni e collaborazioni in produzioni internazionali come “Un sogno lungo un giorno” del 1982 di Francis Ford Coppola e nel 2009 nel musical “Nine” con Rob Marshall e tra gli altri interpreti anche Daniel Day Lewis, Penelope Cruz e Nicole Kidman.


Dopo aver scoperto la malattia, l’attrice ha continuato a lavorare fino alla fine, si ricorda il suo primo lavoro da regista nel 2014 con il cortometraggio “Love sharing” e la partecipazione alla puntata speciale del game show “Avanti un altro” del 4 gennaio 2015.

L'articolo prosegue subito dopo


Di seguito alcuni dei principali film in cui ha partecipato Monica Scattini:

  • “Fatti di gente perbene” del 1974 (regia Mauro Bolognini);
  • “Lontano da dove” del 1983 (regia di Stefania Casini e Francesca Marciano) che le vale il Nastro d’Argento come miglior attrice non protagonista;
  • “La famiglia” del 1987 di Ettore Scola;
  • “Tolgo il disturbo” del 1990 (Dino Risi);
  • “Parenti Serpenti” del 1992 (Mario Monicelli);
  • “Un’altra vita” del 1992 (Carlo Mazzacurati);
  • “Maniaci sentimentali” del 1994 (Simona Izzo);
  • “Selvaggi” del 1995 (Carlo Vanzina);
  • “Simpatici e antipatici” del 1998 (Cristian De Sica);
  • “Scacco Pazzo” del 2003 (Alessandro Haber).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*