Chi era Stefano Gaj Taché - Notizie.it

Chi era Stefano Gaj Taché

Guide

Chi era Stefano Gaj Taché

La tragica storia di Stefano Gaj Taché, il bimbo ricordato dal Presidente della Repubblica Mattarella.

“Il nostro Paese ha pagato, più volte, in un passato non troppo lontano, il prezzo dell’odio e dell’intolleranza. Voglio ricordare un solo nome: Stefano Taché, rimasto ucciso nel vile attacco terroristico alla Sinagoga di Roma nell’ottobre del 1982. Aveva solo due anni. Era un nostro bambino, un bambino italiano” queste le parole pronunciate dal neopresidente della Repubblica Sergio Mattarella durante il discorso d’insediamento per ricordare come il nostro paese debba rifiutare e combattere tenacemente l’odio e l’intolleranza.

Ma cosa successe quel giorno di ottobre e chi era Stefano Taché?

La mattina di sabato 9 ottobre 1982 nella sinagoga di Roma si riunirono più di 300 persone tra cui una cinquantina di minorenni. Quel giorno si celebravano le festività ebraiche dello Shabbat, dello Shemini Atzeret, a chiusura della festa di Sukkot e il Bar Mitzvah di decine di adolescenti della comunità ebraica romana.
Alle 11:55 cinque attentatori, dopo aver bloccato le uscite, lanciarono sulla folla tre bombe a mano e iniziarono a sparare per poi fuggire in auto.
L’attentato era durato 5 minuti e aveva causato la morte del piccolo Stefano Gaj Taché di appena 2 anni e il ferimento di 37 persone, tra cui i familiari della vittima.
Nei giorni successivi l’azione venne attribuito al gruppo terroristico palestinese denominato “Consiglio Rivoluzionario di al-Fath” guidato da Abu Nidal, resosi responsabile, durante gli anni ottanta, di numerosi attentati contro altri obbiettivi ebraici in tutt’Europa.
L’attentato fa parte del terribile quadro del terrorismo internazionale palestinese che spaventò il Mondo per tutti gli anni ’70 e buona parte degli ’80 e che ebbe strascichi ben oltre queste date (basti ricordare i due attentati avvenuti in Argentina nel ’92 e nel ’94). I vari gruppi terroristici cercarono di promuovere la causa palestinese tramite un’azione sanguinaria e meramente anti israeliana di cui il piccolo Stefano Taché rimane il simbolo delle numerosissime e innocenti vittime.

Chi era Stefano Gaj Taché
Chi era Stefano Gaj Taché

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*