Chi ha inventato l’ombretto?

Guide

Chi ha inventato l’ombretto?

La storia dei cosmetici, in particolare l’ombretto, risale ai tempi antichi. Nessuno ha inventato l’ombretto; piuttosto, il cosmetico si è evoluto da diverse civiltà e scopi culturali.

Antico Egitto

Intorno al 10.000 Avanti Cristo, gli egiziani cominciarono a usare un cosmetico chiamato kohl intorno agli occhi. Sia gli uomini che le donne usavano questo primitivo ombretto perchè si credeva che proteggesse la pelle, migliorasse la vista e combattesse le infezioni.

Antica Grecia

Durante l’ottavo e settimo secolo Avanti Cristo, i commercianti greci vendevano un ombretto chiamato fucus sia nella stessa Grecia che fuori. I blu e i verdi brillanti erano di moda in questo periodo, e la loro vendita divenne uno dei punti forti dell’economia greca.

Antica Roma

I romani entrarono in contatto con i cosmetici tramite i Greci e gli Egiziani man mano che il loro impero si espandeva e subito desiderarono il prezioso ombretto importato dall’estero.

La loro riverenza per i cosmetici era tale che infine conferirono ad essi uno scopo religioso, credendo che scacciassero gli spiriti maligni.

India

Intorno al quinto secolo in India, l’uso dell’hennè per decorare il corpo, inclusi i piedi, le mani e gli occhi, iniziò. L’hennè era importante nelle funzioni religiose e portò all’uso del kohl egiziano importato poco tempo dopo.

Iberia

Nel decimo secolo in Iberia, il fisico Abulcasis scrisse un lungo trattato sulle varie branche della medicina. Un intero volume fu dedicato all’uso dell’ombretto e di altri cosmetici, che lui raccomandava per prevenire alcune malattie e lodava per il modo in cui esaltavano la bellezza di una persona.

Giappone

Nell’undicesimo secolo in Giappone, le geishe decoravano gli angoli degli occhi con petali di fiori tritati, fiori di riso e escrementi di uccello per far risaltare la loro bellezza. Il trucco era applicato con pennelli ricavati dalla cera.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*