Chi sono 10 jihadisti cacciati da Italia COMMENTA  

Chi sono 10 jihadisti cacciati da Italia COMMENTA  

0

 

Da quando il 9 Gennaio 2015 un gruppo di estremisti islamici ha attaccato e ucciso alcuni collaboratori del giornale satirico “Charlie Hebdo”, è allarme terrorismo in tutta Europa. Anche l’Italia ha risposto a questo problema che la vede in prima linea nella lotta contro la guerriglia spietata degli estremisti, e dal primo gennaio si contano già dieci espulsioni di jihadisti.

Si tratta di persone di provenienza maghrebina e balcanica, mediorientale che vivevano in particolare in Lombardia e in Veneto. La causa ufficiale di rimpatrio è “motivi di sicurezza nazionale”, i nomi di queste persone erano infatti emersi nell’ambito di un’indagine investigativa del Ros dei carabinieri e della sezione antiterrorismo, che ha subito allertato le autorità.  Visti questi dati allarmanti, il Comitato analisi strategica antiterrorismo è tutt’ora al lavoro per analizzare la presenza di ulteriori sospettati presenti nel nostro paese, in modo da prevenire eventuali attacchi.


La lista comprenderebbe già i nomi di oltre quattrocento persone che andrebbero poste sotto controllo per verificare le loro frequentazioni e attività. La pratica dei jihadisti è infatti quella di vivere in occidente per qualche tempo reclutare “foreign fighthers”, ossia combattenti occidentali pronti a sposare la causa islamica per ristabilire il giusto ordine morale in medio oriente e in tutto il mondo.


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*