Chi sono i Fratelli musulmani

Guide

Chi sono i Fratelli musulmani

La Società dei Fratelli musulmani (in arabo: جماعة الإخوان المسلمين, spesso semplicemente: الإخوان المسلمون,) è la parte del mondo arabo più influente ed è uno dei più grandi movimenti islamici e il più grande organizzazione di opposizione politica in molti stati arabi. Fondato in Egitto nel 1928 come movimento religioso, politico e sociale pan-islamico dallo studioso islamico e insegnante di scuola Hassan al-Banna, entro la fine della seconda guerra mondiale il movimento contava ormai circa due milioni di membri. Le sue idee avevano guadagnato sostenitori in tutto il mondo arabo e influenzato altri gruppi islamisti con il “modello di attivismo politico combinato con il lavoro di carità islamica “.

Obiettivo dichiarato della Confraternita è quello di instillare il Corano e la Sunnah come “unico punto di riferimento per ordinare la vita della famiglia musulmana, dell’individuo, della comunità e dello stato.” Il movimento è noto per aver partecipato a violenze politiche rivendicando la responsabilità per l’installazione di Hamas.

I membri dei Fratelli Musulmani sono sospettati di aver assassinato i loro oppositori politici come il primo ministro egiziano Mahmoud an-Nukrashi Pasha.

I Fratelli Musulmani hanno iniziato come organizzazione sociale religiosa; predicavano l’Islam, insegnavano agli analfabeti, creavano ospedali e imprese commerciali. Nel 1936 il movimento ha iniziato ad opporsi al dominio britannico in Egitto. Molti nazionalisti egiziani accusano la Fratellanza Musulmana di omicidi violenti durante questo periodo. Dopo la sconfitta araba nella prima guerra arabo- israeliana, il governo egiziano ha sciolto l’organizzazione e arrestato i suoi membri. Il movimento ha poi sostenuto la Rivoluzione egiziana del 1952 ma dopo un tentato assassinio del presidente egiziano è stato ancora una volta vietato e represso. I Fratelli Musulmani sono stati soppressi in altri paesi, in particolare in Siria nel 1982 durante il massacro di Hama.

I Fratelli Musulmani sono finanziati dai contributi dei suoi membri che sono tenuti a destinare una parte del loro reddito per il movimento.

Alcuni di questi contributi vengono da membri che lavorano in Arabia Saudita e in altri paesi ricchi di petrolio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*