Chiara Pierobon, promessa del ciclismo, muore a 22 anni COMMENTA  

Chiara Pierobon, promessa del ciclismo, muore a 22 anni COMMENTA  

Al via della prova di Coppa del Mondo di ieri, a Bochum, in Germania, la si sarebbe cercata invano, fra tutte le altre atlete presenti.

Lei non c’era, purtroppo, perché, non molte ore prima, è morta.
Chiara Pierobon, classe 1993, da Mirano, Venezia, campionessa italiana su strada nel 2005 nella categoria esordienti, campionessa italiana in pista l’anno successivo. Da lì, una carriera lanciata a tutta velocità verso il professionismo. “Una lavoratrice come poche” dice l’attuale campionessa italiana Elena Cecchini “instancabile, generosa, che si allenava come poche e non si tirava mai indietro”.
Chiara viaggiava sul pullman del suo team, la Top Girls Fassa Bortolo, in direzione Bochum, quando si è sentita male all’improvviso. Soccorsi immediati e trasporto all’ospedale di Ingolstadt in elicottero non sono bastati perché le sue condizioni sono subito sembrate disperate e, infatti, la ragazza si è spenta poco dopo.

La prima ipotesi, coerente con le modalità del decesso, è quella di un’embolia polmonare, ma si tratterebbe di un caso davvero rarissimo per una giovane di 22 anni, a maggior ragione trattandosi di un’atleta.

Leggi anche

1 Trackback & Pingback

  1. Chiara Pierobon, promessa del ciclismo, muore a 22 anni | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*