Chiesa Cattolica e contraccettivi: ridurre il tasso di mortalità delle suore affette dal cancro - Notizie.it

Chiesa Cattolica e contraccettivi: ridurre il tasso di mortalità delle suore affette dal cancro

Salute

Chiesa Cattolica e contraccettivi: ridurre il tasso di mortalità delle suore affette dal cancro

Gli scienziati sostengono che la Chiesa Cattolica dovrebbe permettere alle suore la scelta di prendere la pillola contraccettiva in quanto è stato verificato che la stessa riduce le probabilità di contrarre il cancro alle mammelle, alle ovaie e all’ utero. Non avere figli risulta altresì essere un rischio maggiore di contrarre il cancro, in quanto la gavidanza e l’allattamento riducono il numero di ovulazione mestruale di una donna nel corso della propria vita. Un’ ovulazione a lungo periodo invece incrementa i rischi di cancro, così come la prematura comparsa del ciclo mestruale o la tarda scomparsa, in menopausa. Nella prima metà del XX secolo, gli scienziati americani hanno dimostrato che il numero di decessi a causa di cancro alle mammelle, all’ utero e alle ovaie, (32.000), riguardante le suore è stato superiore rispetto alle altre donne della stessa epoca. Nel 1970 è stato ufficialmente riconosciuto che la mancanza di gravidanza è uno dei fattori di rischio nel contrarre il cancro alle mammelle.

E’ stato dimostrato che la pillola contaccettiva ha delle proprietà protettive per la donna.

Essa riduce il tasso di mortalità delle donne in una percentuale di utilizzo pari a 12, rispetto all’assoluta mancanza nel corso di vita. Il rischio di sviluppo del cancro alle ovaie diminuisce del 50-60% nelle donne che prendono la pillola contraccettiva, e la protezione duro circa 20 anni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Couperose
Salute

Couperose: rimedi per il viso

18 novembre 2017 di Notizie

La Couperose o “Maledizione dei Celti” è una malattia dermatologica. Scopri le cause ed i trattamenti protettivi e alimentari per contrastarne l’insorgenza.