Chiesa Romana Cattolica: i rituali del matrimonio COMMENTA  

Chiesa Romana Cattolica: i rituali del matrimonio COMMENTA  

Il matrimonio cattolico è ricco si tradizioni. Quando pianificate un matrimonio cattolico ci sono alcuni elementi tradizionali e rituali che una coppia può scegliere se inserire o meno nella sua cerimonia. Alcune di queste decisioni dipendono da chi partecipa alla cerimonia. Scegliere i rituali del matrimonio cattolico è il modo in cui la coppia esprime la sua unicità.


Confessione
La Chiesa Cattolica incoraggia le coppie a confessarsi prima del matrimonio. Questo permette di accedere al sacramento del matrimonio con la coscienza pulita. Se vi confessate spesso, fatelo uno o due giorni prima con il vostro confessore. Se non lo fate e volete seguire questo rituale prendete appuntamento con il prete.


Candela dell’unione
Dopo che una coppia si è scambiata i voti e il prete gli ha dato la benedizione è il momento della candela. Il prete spegne una candela per ogni lato dell’altare e la coppia accende una unica, grande candela al centro per indicare che sono diventati una cosa sola.


Letture
La prima metà della cerimonia è chiamata Liturgia della Parola. Durante questa parte della messa la coppia e i familiari leggono dei passaggi dalla Bibbia. La coppia può scegliere quei passaggi che hanno per loro un significato specifico o che esprimono le loro aspirazioni.

L'articolo prosegue subito dopo


Comunione
Dopo la Liturgia della Parola la coppia si scambia i voti e si sposa dopo che tutti si sono riuniti e hanno ricevuto la comunione. A volte le coppie decidono di saltare questo passaggio, ad esempio se solo metà degli intervenuti sono cattolici può essere più diplomatico non celebrare la comunione in quanto solo i cattolici e i membri di altri gruppi religiosi particolari possono ricevere la comunione.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*