Chiuso il Gran Caffè Sforza, era della camorra COMMENTA  

Chiuso il Gran Caffè Sforza, era della camorra COMMENTA  

20120704-180551.jpg

Milano – C’è anche il Gran Caffè Sforza tra i beni sequestrati al clan Belforte Mazzacane. In totale, il valore dei beni sequestrati ammonta a 20 milioni di euro.

I beni sono riconducibili a Mauro Russo, 47 anni, arrestato oggi dai carabinieri. Russo è accusato di associazione per delinquere di stampo mafioso. Le indagini hanno fatto emergere l’esistenza di un vasto giro di affari per il riciclaggio di denaro sporco.

Altre 1 persone risultano indagate.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*