Christian Vieri: “Elisabetta Canalis era esasperata, mi distrusse la fiancata della macchina”

Gossip

Christian Vieri: “Elisabetta Canalis era esasperata, mi distrusse la fiancata della macchina”

Christian Vieri si è raccontato nel corso di un’intervista a Vanity Fair. La chiacchierata è stata anche un’occasione per parlare delle donne del suo passato. Su Elisabetta Canalis ha detto:

“Elisabetta credo di averla esasperata, mi fece anche la fiancata della mia nuova Porsche Cayenne con la chiave. Macchina sfigata, quella: una sera, fuori dall’Hotel Diana a Milano, l’ho consegnata a un parcheggiatore che parcheggiatore non era, e non l’ho mai più vista”.

“Melissa Satta non l’amavo più. Oggi lei ed Elisabetta Canalis sono splendide madri”

Ha parlato, poi, di Melissa Satta:

“Melissa invece l’ho lasciata io. E dire che l’avevo aspettata due anni: aveva diciotto anni quando l’ho conosciuta in Sardegna, mi ci sono messo quando ne aveva venti ed era ormai a Striscia – lo so, sembrava che avessi l’abbonamento alle veline. Era un amore di ragazza, mi ha sopportato negli anni più difficili della mia vita, quelli dopo il 2006, quando ero sempre incaz*ato per via degli infortuni. Ma alla fine non ero più innamorato: succede. Sono felice che oggi abbiano trovato la serenità con altri, e siano diventate due splendide madri”.

Christian Vieri: “Se una donna vuole dormire con me deve essere malata come me”.
Infine, ha spiegato di essere single e ha tracciato il profilo della donna che cerca:

“Sto bene, mi diverto. Non è che non voglia trovare la donna giusta – io una famiglia, e dei figli, li desidero – ma se la cerchi non la trovi. E poi io sono molto difficile, un rompico*lioni. […] Sono maniaco della pulizia. Parlo di igiene personale. A me da fastidio tutto: odori, trascuratezze. Se una vuole dormire con me, deve essere malata come me. Io mi faccio parecchie docce al giorno, mi lavo continuamente i denti. E poi non mi fido di nessuno”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...