Christina Aguilera dedica il nuovo singolo “Change” alle vittime della strage di Orlando COMMENTA  

Christina Aguilera dedica il nuovo singolo “Change” alle vittime della strage di Orlando COMMENTA  

La copertina di "Change" il nuovo singolo di Christina Aguilera dedicato alle vittime di Orlando
La copertina di "Change" il nuovo singolo di Christina Aguilera dedicato alle vittime di Orlando

Christina Aguilera dedica il nuovo singolo”Change” alle vittime di Orlando. Era da tre anni che la cantante americana non incideva un singolo

Christina Aguilera, cantante pop americana, ha deciso di dedicare “Change”, suo ultimo singolo, agli omosessuali uccisi lo scorso 12 Giugno ad Orlando. Tale decisione si colloca in un panorama musicale in cui altre star – da Madonna a Elton John – hanno reso omaggio alle 49 vittime durante i loro concerti e tramite i profili social.

Il nuovo singolo dell’Aguilera ha un titolo programmatico e vuole omaggiare le vittime del Night Club “Pulse”, locale gay in cui hanno perso la vita, per mano di un terrorista, circa 50 omosessuali. L’intero ricavato della vendita del singolo andrà in beneficenza al “National Compassion Fund”, associazione no profit che si occupa di raccogliere fondi da destinare alle famiglie di coloro che sono deceduti a seguito della sparatoria.

La canzone, scritta a sei mani con Fancy Hagood e Flo Reutter, parla di un “cambiamento che ci renda liberi, in attesa del giorno in cui tu potrai essere tu e io potrò essere me”. Tale inciso è chiaramente un appello contro ogni tipo di discriminazione, anche sessuale.

L’appoggio di Christina Aguilera agli omosessuali e a LGBT non è cosa nuova: da sempre infatti la cantante si è dimostrata sensibile e attenta alle numerose battaglie volte ad ottenere gli stessi diritti degli eterosessuali. 

L’uscita di “Change” proclama inoltre la fine del silenzio musicale dell’Aguilera che era dal 2013 che non pubblicava un inedito. L’ultimo pezzo – “Say Something” – risale infatti al 2013.

L'articolo prosegue subito dopo

Per dover di cronaca, ricordiamo infine cosa è successo a Orlando quasi dieci giorni fa: nella notte tra l’11 e il 12 Giugno Omar Mateen, cittadino americano di discendenza afghana, è entrato nel Gay Night Club “Pulse” di Orlando e ha iniziato a sparare all’impazzata, colpendo centinaia di persone e uccidendone 49.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*