Ci vediamo al Flower Bar ? COMMENTA  

Ci vediamo al Flower Bar ? COMMENTA  

Ci vuole un fiore come dice la canzone di Sergio Endrigo; ci vuole un fiore, specialmente in quest’anno poco allegro. Un passaparola ha reso popolari il”Flower Bar” un po’ caffè, un po’ ristorante, la sala da thè che sconfina nel concept store.

Leggi anche: Anche il lusso sbarca online grazie a Chrono24

Perfetti per l’happy hour, la colazione, il lunch, il cappuccino con l’amica. Si mangia come in mezzo a un prato e si compra un ramo di pesco, si organizzano feste nei vivai e si torna a casa carichi di surfinie.

Leggi anche: MUU Grill shopping gourmet di qualità ora a Legnano

Adesso è la stagione giusta: ci sono primule,margherite,non-ti-scordar-di-me,viole e garofinini a non finire. A Roma c’è Le Flaneur di Antonia Barrasso; a Torino c’è Floris House, locale passepartout per uno spuntino in qualsiasi momento della giornata e lo shopping aristocratico.

A Brunico, due amici, Andrea Acherer, pasticciere, Barbara Strondl, fiorista, hanno messo insieme le loro competenze per offrire un’esperienza  che rende felici tutti cinque i sensi.

L'articolo prosegue subito dopo

Cioccolatini ripieni e torte decorate da petali di zucchero, file di orchidee. A Milanoi Flower Bar hanno una ragione in più. Lo stress è alto e si corre troppo; così si può scegliere  il Fioraio Bianchi Cafè nel cuore di Brera e immaginano di essere a Parigi. Poi c’è Capoverde dove c’è abbastanza spazio per grandi alberi di camelia, robinia, lillà, melo. Il cortile è affollato di piante w vasi, i tavolini di ghisa aspettano l’happy hour. Aperto sino a tardi per un’insalata o una pizza, Capoverde è famoso anche per i bouquet adatti all’umore: foglie di quercia per i depressi, dalie, menta piperita e limone come tiramisù, fiori d’aglio contro i cattivi pensieri e le begonie come portafortuna. E i fioristi che fanno? Inventano i bouquet tuttigusti che non si mangiano ma quasi……. C’è quello dietetico che con i suoi profumi dà soddisfazione all’olfatto e toglie l’appetito. C’è il mazzo goloso che mima la pasticceria. Dai petali di rosa color crema, sul punto di sfiorire, ricava riccioli di burro, decorazioni similpanna: l’illusione è perfetta e di sicuro non si ingrassa.

Leggi anche

Style

Transgender famosi e poco conosciuti

Il termine "transgender" è molto di moda oggi: quale significato, persone classificabili, lista dei più famosi e conosciuti al mondo, nomi non popolari Il termine transgender è diventato di grande moda, spesso se ne sente parlare ma, in effetti, nessuno ha ben chiare le idee dato che anche nella lingua italiana sono differenti i significati del termine a seconda del contesto in cui si utilizza la parola. Per quanto concerne la sua origine etimologica, è da ricondursi al movimento LGBT, nato negli USA intorno ai primi anni ‘80, per indicare un movimento di stampo politico che avversa la logica eterosessista Leggi tutto

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*