Ciak d’Oro: trionfo per Perfetti sconosciuti e Jegg Robot COMMENTA  

Ciak d’Oro: trionfo per Perfetti sconosciuti e Jegg Robot COMMENTA  

Ciak d'Oro

Al Ciak d’Oro, premi per il cinema italiano, giunto alla sua trentesima edizione a farla da padroni sono stati i film Perfetti sconosciuti e Jeeg Robot.


Ciak d’Oro, formato da un parterre eccezionale per il suo trentesimo compleanno, ha consacrato due film che continuano così a fare incetta di premi: “Perfetti sconosciuti” e “Jeeg Robot”.

 

La commedia “Perfetti sconosciuti” di Paolo Genovese, basata su un apparecchio ormai diventato il diario segreto dei giorni nostri e cioè il cellulare, ha trionfato come:  Miglior film, Miglior attore protagonista Marco Giallini, Miglior Sceneggiatura Filippo Bologna, Paolo Costella, Paolo Genovese, Paola Mammini e Rolando Ravello, Migliore Canzone Originale Fiorella Mannoia, Bungaro e Cesare Chiodo.


 

Al film di Gabriele Mainetti, “Lo chiamavano Jeeg Robot” sono stati assegnati i Ciak d’Oro per: Miglior attore non protagonista Luca Marinelli, Miglior colonna sonora di Michele Braga e Gabriele Mainetti, Miglior Manifesto di Daniele Moretti per Big Jellyfish e Miglior Opera Prima.


 

I Ciak d’Oro prendono in considerazione tutti i film usciti nelle sale cinematografiche dal 1° maggio 2015 al 30 aprile 2016 ed oltre ai grandi protagonisti di questa straordinaria edizione, vanno segnalati anche gli altri vincitori.

L'articolo prosegue subito dopo


 

Alle spalle dei film già citati entrambi vincitori di 4 Ciak d’Oro si è piazzato Matteo Garrone col suo Tale of Tales, che si è aggiudicato 3 Ciak:  Miglior Regia, Miglior Scenografia e Migliori costumi.

 

Sabrina Ferilli ha vinto il premio come miglior attrice protagonista per l’interpretazione in Io e Lei di Maria Sole Tognazzi, mentre il Ciak  Alice Giovani, dedicato alle pellicole rivolte al mondo dei ragazzi è andato al film Un bacio di Ivan Cotroneo.

 

Premiato con un Superciak d’Oro alla carriera Lino Banfi. Valerio Mastandrea per Kimera Film si è aggiudicato il premio di Miglior produttore per Non essere cattivo di Claudio Caligari. Greta Scarano e Alessandro Borghi sono state le rivelazioni dell’anno nel film Suburra e Sonia Bergamasco si è vista assegnare il Ciak come miglior attrice non protagonista nel film che ha battuto tutti i record di incassi Quo vado?

Leggi anche

About Patrizio Annunziata 924 Articoli
Vivere di calcio e sport con passione cercando sempre di essere imparziale e raccontare solo e senza mezzi termini la pura realtà dei fatti per rendere un servizio degno ai lettori.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*