Cibi afrodisiaci per San Valentino COMMENTA  

Cibi afrodisiaci per San Valentino COMMENTA  

 

Molte persone a San Valentino scelgono di organizzare cenette a base di cibi afrodisiaci, vini e dessert ricchi di cioccolato. Ma ci
sono prove che i cibi afrodisiaci abbiano effettivamente effetti afrodisiaci? Ci sono alcuni cibi afrodisiaci che hanno effettivamente una base scientifica a supportare la teoria. Ecco alcuni cibi afrodisiaci.


 

Caffè

Se state organizzando una lunga nottata, lasciate stare il decaffeinato. Forse è l’aroma, o la caffeina che scorre nelle vene, ma il caffè aiuta a migliorare le prestazioni sessuali. Considerato questo, prendete in considerazione l’idea di finire la serata con un bel caffè invece di un bicchiere di vino.


 

Asparagi

Ricevettero il loro stato di afrodisiaco nel 16° secolo, secondo la “Teoria delle similitudini”. Questa teoria sostiene che se una cosa
ne ricorda un’altra, può migliorare la concezione che abbiamo di quella cosa. Ad esempio, se il cibo ricorda qualcosa di sessuale, migliorerà il sesso. Sebbene nacque solo come teoria, ora sappiamo che gli asparagi contengono molto potassio, fosforo, calcio e vitamina E.


 

Cioccolato

Il cioccolato è il classico afrodisiaco. Funziona a diversi livelli, per prima cosa è buono. Secondo, si scioglie sulla lingua. Il cacao
magro, un ingrediente del cioccolato, è l’unico ingrediente che si scioglie con la temperatura del nostro corpo. Inoltre aiuta il sangue a fluire meglio.

L'articolo prosegue subito dopo


 

Fragole

Se vi girate verso il vostro compagno e dite: “Ti farò assaggiare questo afrodisiaco”, quel cibo diventerà un afrodisiaco in quel
momento. Prendete le fragole: tutto quello che è valso loro l’appellativo di afrodisiaco è la reputazione e la forma. Le fragole hanno un ciuffo verde in cima, che può essere afferrato tra le dita, o ancora meglio, tra le labbra. Non dovete per forza credere negli afrodisiaci, ma se credete di mangiarne uno, lo diventerà.

 

Ostriche

Ad una prima occhiata non sembrano particolarmente romantiche, ma sono uno degli afrodisiaci più conosciuti. Sono ricche di
proteine, zinco, che è un ingrediente che stimola la produzione di testosterone. Quindi non sono solo dicerie, ma aiutan veramente in camera da letto.

 

Miele

Sapete perché le coppie vanno in “luna di miele” dopo essersi sposati? Nacque tutto nell’antica Persia, quando le giovani coppie
bevevano miele tutti i giorni durante il primo mese di matrimonio. Il miele di diceva che aumentasse il desiderio sessuale, e il mese passato a bere miele doveva aiutare la neocoppia a entrare nell’ottica di un matrimonio durevole. Ciò che i Persiani non sapevano è che il miele porta molti benefici al corpo.

 

Peperoncini

I peperoncini contengono capsaicina, che è responsabile del “calore” che sentiamo mentre li mangiamo. La capsaicina stimola risposte fisiologiche simili a quelle che proviamo quando siamo indaffarati, sudore, battito cardiaco accelerato, la nostra ment può percepire questo stato fisiologico come eccitamento, invece che della realtà, ovvero mangiare qualcosa di piccante.

 

Rosmarino

È un’erba nota per facilitare la circolazione del sangue, il che può rendere la pelle più sensibile, che non è mai una brutta cosa. Come molti altri afrodisiaci, è associata con la dea Afrodite (spesso ritratta mentre stringe in mano un rametto). Quindi, usate il rosmarino come ingrediente per una cena, oppure preparate una vasca con acqua calda e oli profumati con qualche rametto di rosmarino sparso, per avere un San Valentino coi fiocchi.

 

Avocado

Dato che l’albero di avocado produce i frutti in coppia, gli Aztechi lo chiamarono “l’albero dei testicoli”. Anni dopo, dato che il
soprannome persiste, l’avocado si è guadagnato un posto tra i cibi afrodisiaci, data la similarità della forma.

 

Banane

Come l’avocado, la banana ricorda una parte fondamentale dell’anatomia maschile. Oltre alla forma fallica, le banane contengono molto potassio e vitamina B, che aiutano nella stimolazione di ormoni sessuali. Cosa significa? Che quando sorprenderete il vostro partner con una colazione a letto, non dimenticate le banane.

 

Basilico

Prima dei giorni di Chanel n° 5 e profumi dolci, le donne usavano il basilico per profumarsi, spalmandoselo sul petto. Si dice che il profumo dell’erba facesse impazzire gli uomini, quindi, se state preparando un’insalata, o una salsa al pesto, aggiungete un po’ di basilico.

 

Mandorle

Quello il basilico scatena negli uomini, si dice che le mandorle lo scatenino nelle donne. Storicamente, la noce è simbolo di fertilità (come molte noci). Ma, in teoria, l’odore delle mandorle rende le donne più passione voli. Qualcuno vuole del marzapane?

 

Melograno

Era un simbolo di Afrodite nell’antica Grecia e le scienze moderne hanno scoperto che il succo di melograno aiuta con la disfunzione erettile. Inoltre è di colore rosso, come il colore simbolo di San Valentino.

 

Fichi

Sono tra i cibi afrodisiaci più rinomati al mondo. Molti sostengono che il frutto proibito originario fosse un fico. Inoltre, contengono ferro, che aiuta la sessualità.

 

Champagne

Tutti gli alcolici, in piccole quantità, possono diventare degli afrodisiaci. L’alcool scaccia i dubbi, le paure e spinge le persone a
cercare di ottenere ciò che vogliono. Ma l’alcolico più indicato è lo champagne, perché entra rapidamente nel circolo sanguigno, rendendovi più allegri, caldi e senza inibizioni. Inoltre, porta anche molti benefici. Sempre in piccole quantità si intende.

 

Uva

Abbiamo tutti avuto l’opportunità di assaggiare l’acino perfetto. Senza imperfezioni, bello tondo, succoso, che aspetta solo di esplodere nella bocca. Se solo il fatto di mangiarli non è abbastanza erotico, ricordate che è stata associata con Bacco, il dio romano dell’estasi. Cos’è più sensuale che imboccare la persona amata con un acino alla volta?

 

Anguria

Stai attento, Viagra. L’anguria può essere considerata il nuovo e naturale “miglioratore” di performance. Tra i benefici che porta alla salute, ricordiamo il sistema immunitario, circolatorio e migliora le condizioni del cuore.

 

Aglio

Sono considerati gli steroidi dell’antica Grecia. Se mangiata da sola, il vostro alito ne risentirà, ma se unita con altri cibi o in
contemporanea al partner, non si sentirà più di tanto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*