Cinquant’anni fa la prima minigonna COMMENTA  

Cinquant’anni fa la prima minigonna COMMENTA  

MODA: LA MINIGONNA COMPIE 50 ANNI, MA RIMANE LA PIU

Nel 1963 la boutique Bazaar, nel quartiere di Chelsea a Londra, vende la prima minigonna. Un azzardo? una provocazione? certo uno scandalo per i gelidi inglesi e anche per il mondo moralista dell’epoca, ma senz’altro una novità.

Leggi anche: Moda inverno 2016/2017: regna lo stile anni 80

Disegnata dalla giovane stilista proprietaria della boutique, colei che ha inventato il capo d’abbigliamento capace di cambiare con il look lo stile di vita femminile in tutto il pianeta: Mary Quant.

Leggi anche: Come organizzare una vera festa anni 80

La stilista inglese “regina” della minigonna, oggi ottantenne, a 50 anni dalla sua prima creazione è stata insignita del titolo di “Dame” dalla Regina Elisabetta. Dame (Dama della Regina) è l’equivalente femminile di Sir per i gentiluomini, onorificenze che ad ogni inzio d’anno nel Regno Unito vengono assegnate a illustri cittadini per servizi resi allo stato, quest’anno con Mary Quant sono diventate Dame due attrici: Joan Collins, 81 anni, conosciuta dal pubblico come la terribile Alexis della famosa serie tv degli anni 80, Dinasty e Kristin Scott Thomas, 54 anni, presente in molti film inglesi ed ora in teatro interprete di Elisabetta II nella piece The Queen, parte recitata al cinema da un’altra Dame, Helen Mirren.

E sempre nel 1963 su Vogue inglese viene presentata la prima gonna sopra il ginocchio.

Leggi anche

air-visual-earth
Ambiente

Air Visual Earth: ecco la mappa mondiale dell’inquinamento

E' online la prima mappa mondiale dell'inquinamento dell'aria, si chiama Air Visual Earth. A crearla un team internazionale di ricercatori. Si chiama Air Visual Earth ed è la prima mappa mondiale che mostra la qualità dell’aria del nostro pianeta. Per la prima volta, una rappresentazione di questo genere è stata resa disponibile online. Air Visual Earth mostra in tempo reale la situazione dell’inquinamento sulla superficie della Terra. E’ stata predisposta da un gruppo di ricercatori di vari Paesi, che hanno lavorato sotto il coordinamento di Yann Boquillod, mettendo assieme i dati rilevati dai satelliti e da circa 8 mila stazioni Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*