Cinquantasei falsari presi a Napoli, il 90% degli euro falsi nel mondo fatto da loro COMMENTA  

Cinquantasei falsari presi a Napoli, il 90% degli euro falsi nel mondo fatto da loro COMMENTA  

1416302841-7d518d9702bc9112d44880a5e194ff6a

Noto in tutta Europa, il gruppo “Napoli Group” include diverse organizzazioni campane specializzate nella contraffazione di banconote. Le indagini sono in atto fin dal 2012, coordinate dal dalla direzione distrettuale antimafia napoletana e dai pm di Santa Maria Capua Vetere. Dopo due anni il gruppo è stato scoperto, e in 56 sono stati accusati di associazione per delinquere e contraffazione. Le monete false venivano stampate in una stamperia clandestina di Napoli e poi distribuite al Nord Italia, ma anche all’estero.

La “banda” aveva addirittura stampato una banconota di 300 euro e hanno provato a spacciarla in Germania. Nell’organizzazione era coinvolta anche la mamma della bimba di Caivano, Fortuna, morta a Giugno scorso dopo essere caduta nel vuoto. La donna acquistava ingenti quantità di banconote contraffatte e poi le rivendeva ad acquirenti abituali che le spendevano nei supermercati e negozi.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*