Cinque fari da salvare in Italia

Viaggi

Cinque fari da salvare in Italia

Il convento, posizionato nel quartiere.

Il demanio statale sta preparando un bando per chi volesse risistemare questi fari e luoghi storici. Diamo un’occhiata a dei capolavori dimenticati.

L’italia è un luogo dalle mille bellezze storiche, lo sappiamo. Abbiamo così tanta roba da fare invidia al resto del mondo. Ma avere un patrimonio di milioni di luoghi da conservare crea un problema: non riusciamo a salvare tutto. Già è difficile trovare fondi e personale per gestire i più famosi, se poi ci mettiamo la nostra tipica incuria italiana, le cose si fanno cupe.

Ecco una lista di cinque fari e edifici che ci hanno colpito particolarmente. Sono tutti di proprietà dello Stato, che sta organizzando un bando a settembre per assegnarne la gestione a chi voglia mettersi a riqualificarli. Se volete darci un’occhiata, sono li pronti.

Torre Angellara (Salerno)

torre angellara

Una vecchia costruzione militare del quindicesimo secolo, preparata per difendere le coste italiane dai turchi e dai pirati.

Il suo terrazzo che da sul mare è particolarmente bello.

Faro di Capo Zafferano (Santa Flavia, Palermo)

luoghi storici

Uno dei posti più spettacolari della lista, questo faro a picco sul mare farebbe la gioia di qualunque turista volesse affittarlo per un’estate.

Faro di Spignon (Venezia)

spignon

Se volete mettervi a riqualificare uno dei luoghi più isolati di tutta la laguna, eccovi l’opportunità perfetta.

Faro della Guardia (Isola di Ponza)

faro-della-guardia-bis

E allora rechiamoci a Ponza. Il faro della Guardia è particolarmente largo, e potrebbe ospitare qualche persona se ci si mettesse a ristrutturarlo sul serio.

Convento di San Domenico Maggiore (Monteoliveto, Taranto)convento

O Puglia, Puglia mia, quanto è solo questo convento. Costruita nel Seicento, la struttura si affaccia sul lungomare e ha avuto molti ruoli nel corso della storia, da sede militare a palazzo signorile. Potrebbe essere trasformata in un hotel.

1 / 6
1 / 6
A prescindere dal valore artistico, è un sacco di spazio inutilizzato.
Fa tristezza vedere qualcosa di così massiccio essere completamente abbandonato.
Il mare e il cielo blu, cosa puoi voler di più?
Questo invece è il più isolato.
Per un faro, è parecchio grosso e con molti spazi che si potrebbero utilizzare.
Il convento, posizionato nel quartiere.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche