Cioccolato plastico: come farlo COMMENTA  

Cioccolato plastico: come farlo COMMENTA  

Una torta ben decorata, a volte, non richiede né ingredienti insoliti né molta esperienza. Il cioccolato plastico, a differenza della pasta di zucchero o di gomma, è semplice da preparare, e servono soltanto due ingredienti. Col cioccolato plastico potrete realizzare di tutto, dalle rose alle forme più bizzarre.


Cosa vi serve

– 250 gr di cioccolato fondente,

– 100 ml di sciroppo di glucosio,

– pellicola,

– una spatola,

– una ciotola capiente in acciaio o vetro,

–  un tegame di media grandezza.


Procedimento

1 Sciogliete il cioccolato a bagnomaria. Per fare ciò, riempite d’acqua un tegame, portate a bollore e ponete all’interno del tegame la ciotola con dentro il cioccolato. Abbassate la fiamma per non farlo bruciare.


2 Fate raffreddare il cioccolato, ma facendolo rimanere liquido.

3 Riscaldate lo sciroppo di glucosio fino a quando non comincia a bollire.

4 Aggiungete lo sciroppo di glucosio caldo al cioccolato. Mescolate il tutto con una spatola finché non si forma un impasto omogeneo.

L'articolo prosegue subito dopo


5 avvolgete l’impasto nella pellicola e mettetelo in frigorifero.

6 Lasciatelo in frigorifero per un’ora, fino a quando non rassoda completamente.

7 Togliete il cioccolato plastico dal frigorifero e lavoratelo fino a quando non si ammorbidisce.

8 Per conservarlo, formate dei panetti e poneteli, avvolti nella pellicola, in frigorifero.

Suggerimenti e avvertenze

– Se il cioccolato plastico si appiccica al vostro piano di lavoro, cospargete quest’ultimo con del cacao.

– Se per il vostro cioccolato plastico usate il cioccolato al latte o bianco, riducete la quantità di sciroppo di glucosio a 85 grammi.

– Il cioccolato plastico può restare conservato in frigorifero fino a otto mesi.

– Non lasciate in frigorifero pezzettini sparsi di cioccolato perché diventano umidi e appiccicosi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*