Cirò Marina: donna uccisa, arrestato il vicino di casa COMMENTA  

Cirò Marina: donna uccisa, arrestato il vicino di casa COMMENTA  

Cirò Marina: donna uccisa, arrestato il vicino di casa
Cirò Marina: donna uccisa, arrestato il vicino di casa

Sarebbe stato arrestato questa mattina il vicino di casa colpevole di aver ucciso una donna a Cirò Marina nella giornata dell’8 marzo.

Solo questa mattina i carabinieri di Cirò Marina hanno fermato e arrestato Salvatore Fuscaldo, un uomo di 59 anni e anche vicino di casa, considerato l’assassino di Antonella Lettieri, la donna uccisa con vari colpi alla testa e le coltellate la sera dell’8 marzo. Il cadavere della donna è stato trovato il giorno dopo. Il colpevole sarebbe proprio Salvatore, il vicino di casa della donna. A quanto si apprende dalle ultime indiscrezioni, sembra che i due avessero avuto un  diverbio legato a questioni economiche, ma si attende di sapere qualcosa in più.


La situazione non è stata delle più facili considerando che, durante il trasferimento accompagnato dai carabinieri dalla caserma dove è stato interrogato e dove sembra ci siano altre due persone indagate, al carcere, si sono radunate nei pressi alcune persone che hanno tentato di linciarlo e sono giunte a rompere il lunotto posteriore dell’auto dei carabinieri per fargliela pagare in seguito all’omicidio commesso nei confronti di Antonella Lettieri.


L’uomo, Salvatore Fuscaldo, è stato arrestato nella serata di ieri sera, quando il Ris, in seguito ad alcune perizie, insieme ai legali, ha fatto luce su quanto è successo e ha trovato alcune tracce ematiche che corrispondono a quelle della vittima. Le tracce ematiche di Antonella Lettieri sono state trovate sia sull’auto di Fuscaldo che nei suoi abiti, segnali che hanno portato gli inquirenti a pensare fosse lui l’assassino della donna avvenuto l’8 marzo.


Nonostante sia stato arrestato e si trovi ora in carcere, proseguono le indagini per capire cosa sia realmente successo e per fare luce sul caso. Non si sa se Fuscaldo abbia agito da solo oppure no. Si è scoperto che anche la moglie fosse indagata, insieme a un’altra persona. Bisogna inoltre capire se davvero il movente dell’omicidio è riconducibile, come si pensa, a questioni economiche. Le indagini che si stanno conducendo cercheranno di chiarire ogni dubbio su questa vicenda che ha portato all’ennesimo caso di femminicidio e a capire meglio come siano andati davvero i fatti e quale sia la dinamica.

L'articolo prosegue subito dopo


 

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*