Citroen C4 Picasso 2017: caratteristiche, motori, prezzi

Motori

Citroen C4 Picasso 2017: caratteristiche, motori, prezzi

Restyling che coinvolge l’aspetto esteriore e gli interni per la nuova C4 Picasso 2017, la monovolume che fa della comodità la sua dote migliore

Caratteristiche

La monovolume di casa Citroen non ha mai nascosto la sua vocazione ‘comodista’ da grande auto da sempre affiancata, in tutte le versioni, da dimensioni contenute che ne fanno un’auto che in città può essere guidata con destrezza e piacevolmente.

Per questa versione 2017 è stato fatto un lavoro esterno di modernizzazione del frontale con la novità delle luci diurne che vanno idealmente a continuare la linea della mascherina, che si presenta sottile e dalla vaga sensazione sportiveggiante. L’ampio parabrezza anteriore offre una grande visuale dall’interno disturbata solamente agli angoli estremi dai montanti, che in ogni caso sono sottili ed incorniciano un ulteriore vetro di piccole dimensioni accanto ai finestrini anteriori, non troppo ampi.

Ampia gamma di motori ed allestimenti, vibrazioni ridotte al minimo ed elevato piacere di guida.

Non è un’auto dal carattere sportivo e neppure punta ad esso, è un’auto comoda e lo vuole dimostrare coi fatti. Gli interni, sono abbastanza curati nei dettagli ed il buon rapporto qualità/prezzo fa di questa monovolume compatta una concorrente agguerrita nel suo segmento di mercato.

Dimensioni auto e bagagliaio

Nonostante si possa godere di uno spazio a bordo ben distribuito e si sta comodi anche in 5, l’auto mantiene quella compattezza nelle dimensioni che ne ha fatto nel corso del tempo uno dei suoi punti di forza. La C4 Picasso misura 443 cm il lunghezza, 183 cm in larghezza e 161 cm in altezza. Osservandola di profilo si può notare che lavoro sull’aerodinamica è stato fatto per ridurre l’impatto con l’aria.

Le dimensioni del bagagliaio e la capacità di carico di questa monovolume sono degne di nota, anche questa una delle caratteristiche distintive di quest’auto nel corso delle versioni e vanta 537 litri di partenza che arrivano a 1.709 litri con il divano posteriore abbattuto.

Stiamo parlando di un’auto comoda e lo si può notare dal fatto che i posti a sedere posteriori scorrono in avanti e questo permette di aumentare la capacità di carico anche in presenza di passeggeri. Ovviamente il divano frazionato in 2/3 ed 1/3 aumenta la versatilità di questa vettura.

Quanto consuma

I dati dichiarati da Citroen per quanto riguarda le motorizzazioni a benzina vanno da un minimo di 6,1 l/100 km a livello urbano, 4,3 l/100 km a livello extraurbano e 5,0 l/100 km sul misto fino ad un massimo di 7,5 l/100 km a livello urbano, 4,9 l/100 km a livello extraurbano e 5,8 l/100 km a ciclo misto.

Per quanto riguarda i modelli alimentati a gasolio si va da un minimo di 4,5 l/100 km a livello urbano, 3,5 l/100 km a livello extraurbano e 3,8 l/100 km sul misto fino ad un massimo di 5,1 l/100 km a livello urbano, 4,0 l/100 km a livello extraurbano e 4,4 l/100 km sul misto.

I consumi sensibilmente condizionati dalla scelta dell’accoppiata cerchi/gomme.

Pecca di questa vettura è la scarsa corrispondenza tra i dati dichiarati dalla casa francese per quanto riguarda i consumi che non rispecchiano esattamente la realtà, all’atto pratico la C4 Picasso consuma di più rispetto ai dati ufficiali Citroen.

Motori

Sul fronte dei motori alimentati a benzina la cilindrata di partenza è un 1.2 da 130 CV, che prevede una scelta tra una versione con cambio manuale a 6 rapporti ed una versione con cambio automatico sempre a 6 rapporti. Nonostante la discreta potenza è un motore un po’ fiacco e in determinate situazioni potrebbe mettere sotto sforzo l’auto. In listino c’è anche un 1.6 da 165 CV con cambio automatico a 6 rapporti che crea un più corretto bilanciamento peso/potenza.

I propulsori alimentati a gasolio sono 2. Si parte con un 1.6 da 100 CV abbinato ad un cambio manuale a 5 rapporti, modello basilare che pecca un po’ per quello che riguarda la poca potenza (che resta comunque un fattore personale ovviamente) e per la risposta del cambio; si continua sempre con lo stesso motore 1.6 ma in una versione da 120 cv disponibile sia con cambio manuale a 6 rapporti che con cambio automatico sempre a 6 rapporti; il livello più alto è invece occupato da un motore 2.0 da 150 cv disponibile con cambio a 6 rapporti manuale o automatico, che completa la gamma.

La versione consigliata per quanto riguarda i motori a benzina è il 1.6 da 165 cv, più performante del 120 cv ma con la pecca di consumare di più, per le motorizzazioni a gasolio è invece preferibile la versione 1.6 da 120 cv che, nonostante non brilli come potenza riesce a difendersi con dignità mantenendo dei consumi piuttosto contenuti.

Listino prezzi

Il prezzo di lancio della C4 Picasso 2017 è pari a 24.700 euro per la versione 1.2 benzina da 130 cv, una buona media considerato anche la ricca dotazione di serie che offre l’auto.

La versione più costosa di questa monovolume è la versione a gasolio 2.0 da 150 cv con allestimento completo di accessori che ha un prezzo di 32.350 euro.

I prezzi finali sono sensibilmente influenzati da diversi fattori, innanzitutto la scelta dell’allestimento. Sostanzialmente sono disponibili tre configurazioni: Live,Feel e Shine che variano per la quantità di optionals a disposizione a cui si affianca una versione denominata Business destinata al noleggio a lungo termine. Va da se che l’allestimento Shine è quello più completo e da preferire, comprende tutto ciò che è già compreso nelle versioni minori e lo arricchisce ulteriormente con cerchi da 17″, sensori di assistenza al parcheggio e tanto altro.

Oltre agli allestimenti ‘confezionati’ la possibilità di scegliere e selezionare optionals personalizzati è abbastanza vasta e permette di scegliere tra una vasta gamma di pack specifici proposti a prezzi convenienti.

La versione di ‘base’ Live, non è in ogni caso così basilare.

Il carattere della comodità che caratterizza quest’auto è affiancato dalla versatilità. La presenza di numerosi vani portaoggetti e di tavolini a scomparsa dietro ai sedili ne fanno un’auto tuttofare che va bene per tutti e perfetta per le famiglie. Ovviamente non mancano i dispositivi più aggiornati per quanto riguarda la tecnologia come i sensori di riconoscimento pedonale e la frenata d’emergenza.

Citroen vuole offrire di più a meno e propone il cruise control di serie su tutta la gamma, così come lo schermo touch multimediale, che permette un’esperienza multimediale e di connettività da auto di livello superiore, con schermi che partono da 7″ che possono essere gestiti senza l’ausilio delle mani.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche