Civè di Correzzola: tabaccaio uccide ladro COMMENTA  

Civè di Correzzola: tabaccaio uccide ladro COMMENTA  

20120426-090257.jpg

Civè di Correzzola (Padova) – Un ladro è stato ucciso questa notte a Civè di Correzzola, nel padovano. Il titolare di una tabaccheria ha sentito dei rumori provenire dal suo negozio così, è sceso a controllare.

Leggi anche: “Se non fai sesso con me pubblico le tue foto hot”: arrestato per stupro

L’uomo ha sorpreso 4 persone che tentavano di compiere un furto nel suo negozio. Ha impugnato la sua pistola e ha aperto il fuoco.

Leggi anche: Bidello addormenta uno studente per violentarlo. Sul cellulare trovati sms hard agli alunni

Due dei quattro ladri sono scappati all’udire lo sparo uno, è rimasto lì, esanime in terra. Il delinquente è morto poco dopo. Un secondo criminale è rimasto ferito.

I militari avrebbero fermato un cittadino straniero, nei pressi della tabaccheria ma, non sarebbero state formulate accuse contro di luì così come nessuna accusa è stata formulata contro il negoziante, almeno per adesso.

L'articolo prosegue subito dopo

I ladri sono scappati a bordo di una fiat punto risultata rubata a Padova.

Leggi anche

sorpresine-kinder_per-il-britannico-the-sun-le-confezionano-i-bambini
News

Sorpresine Kinder: per il britannico The Sun le confezionano i bambini

Inchiesta giornalistica GB rivela cosa sta dietro i giocattoli miniaturizzati negli ovetti: famiglie rumene costrette a far lavorare anche i figli minorenni Un velo di tristezza ammanta le sorpresine Kinder contenute nei famosi ovetti che, normalmente, sono destinati a donare gioia ai bambini, dopo l’inchiesta portata avanti dalla redazione del quotidiano britannico The Sun: secondo il prestigioso giornale, infatti, la Ferrero commissionerebbe la confezione degli oggettini da inserire nelle famose uova di cioccolato ad un’azienda rumena, la Romexa, che a sua volta subappalterebbe il lavoro alla Prolegis. Quest’ultima affiderebbe poi la preparazione manuale dei mini giocattoli a delle famiglie in Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*