Serie B: a Modena va in scena l’ammutinamento COMMENTA  

Serie B: a Modena va in scena l’ammutinamento COMMENTA  

Non c’è pace a Modena. Dopo una prima parte di stagione ampiamente sotto le aspettative estive, che volevano i canarini quantomeno stabilmente nella parte sinistra della classifica, una prospettiva totalmente disattesa visto che a metà stagione l’unico obiettivo possibile pare la salvezza, peraltro tutta da conquistare, ora ecco l’ammutinamento della rosa.

L’allenamento di giovedì, infatti, quello dell’antivigilia della delicata gara interna contro il Padova, che segue le due gare rinviate contro Albinoleffe e Gubbio, non è stato diretto dal tecnico Agatino Cuttone bensì dai suoi collaboratori Raffaele Longo ed Ivo Pulga.

Il motivo non è da ricondurre ad un’indisposizione dell’ex allenatore del Benevento bensì ad una vera e propria rivolta dei giocatori che durante un infuocato vertice nella serata di mercoledì hanno chiesto alla società il ritorno di Cristiano Bergodi, esonerato lo scorso 14 novembre all’indomani della sconfitta interna contro l’Empoli dopo aver raccolto solo quattordici punti in quindici partite.

Ma dopo una lunga riflessione la società ha detto no, provando il braccio di ferro: confermata la fiducia a Cuttone, scelto dall’amico Roberto Casari, presidente di Ghirlandina Sport e socio forte del Modena.

L'articolo prosegue subito dopo

Ora però la squadra dovrà tornare in campo venerdì. Ma con quale spirito?

Alla base di questa clamorosa forma di protesta c’erano i pessimi rapporti interpersonali che lo zoccolo duro dello spogliatoio ha con Cuttone, accusato anche di una discutibile gestione di formazione e sostituzione. Non si tratta dunque di un fulmine a ciel sereno ma di certo se si è arrivati a questa presa di posizione, che ha pochi precedenti nella storia recente del calcio italiano, la situazione dev’essere davvero precipitata nonostante i più che buoni risultati ottenuti dal nuovo allenatore, capace di conquistare dieci punti in nove partite con vittorie come quella ottenuta contro il Torino e quella in casa del Bari oltre che dalla rimonta in 9 contro la Reggina.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*