Classifica di vivibilità: Napoli ultimo posto COMMENTA  

Classifica di vivibilità: Napoli ultimo posto COMMENTA  

Classifica di vivibilità: Napoli

Secondo la classifica di vivibilità stilata dal sole 24 ore, Napoli occupa le ultime posizioni della classifica, ben lontana ai punti da Trento o Bolzano.


Ad aggravare la difficile condizione nella quale si ritrova la città di Napoli subentra l’annuale classifica di vivibilità.  Napoli, secondo la classifica pubblicata dal Sole 24 Ore, è una delle città dove si vive peggio in Italia. La differenza tra Nord e Sud è aumentata di molto negli ultimi anni: complice è la crisi ma sono anche molti altri i fattori di tale divario.


La città di Napoli si trova esattamente al 101esimo posto, ancora più in basso rispetto all’anno scorso. Cosa tiene conto questa classifica? Il tenore di vita, i servizi forniti ai cittadini, l’ordine pubblico, l’ambiente dove si vive e la percentuale lavorativa. Il dato evidente è che le città più industriali del settentrione hanno migliorato di molto la loro posizione, come sottolinea la 10ima posizione di Milano, grazie soprattutto alla brillante amministrazione e all’Expo che ha aumentato il turismo (soprattutto extraeuropeo) verso la città meneghina. anche la Toscana difende bene il risultato, meno dal fattore economica ma più sulla qualità della vita (bellezze paesaggistiche in primis, oltre alla pulizia delle strade).

L’esito di quest’ulteriore cattivo primato deve far riflettere sia cittadini che l’amministrazione locale, che insieme devono creare nuovi modi di comunicazione per un’attiva collaborazione e cooperazione ai fini della crescita della città di Napoli. Ma per quanto riguarda il sud la città partenopea non è la sola ad avere questi problemi. Fanalini di coda sono le città di Reggio Calabria e Vibo Valentia, ma la regione dove si vive peggio (dal punto di vista squisitamente economico, come dimostrano i bassi consumi delle famiglie e il lavoro sempre in calo) è la Puglia. Anche la cultura stenta a decollare. Rispetto al Nord il meridione ha un numero assai inferiore di biblioteche e di librerie, passando poi per i cinema spesso in cattive condizioni.


Solo per la città di Napoli ha pesato sulla classifica di vivibilità il problema dei rifiuti, mai pienamente risolto soprattutto nelle aree lontane dal centro.

L'articolo prosegue subito dopo


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*