Clima surreale al Senato: approvata la Buona Scuola COMMENTA  

Clima surreale al Senato: approvata la Buona Scuola COMMENTA  

Conferenza stampa di Scelta Civica sulla riforma della legge elettorale con Stefania Giannini, Renato Balduzzi e Andrea Romano - fotografo: benvegnù - guaitoli - cimaglia

Il Senato ha dato il suo sì al maxi emendamento che per intero sostituisce il disegno di legge ormai noto come la Buona Scuola.

Il voto è avvenuto in un clima surreale e, alla fine, la riforma è passata con 159 voti su 273 senatori presenti, 23 voti sopra la maggioranza.


Voto atteso e sofferto, tanto da far esclamare alla ministra dell’istruzione Stefania Giannini un liberatorio “ce l’abbiamo fatta”. In realtà, come da Costituzione, ora la discussione passa alla Camera dei Deputati, ma, arrivati a questo punto, non ci si aspetta che sorgano sorprese o cambi di rotta.


Mentre nelle piazze il fronte dei sindacati protestava con un’unità da anni settanta, come ha osservato con un certo orgoglio Landini, e, soprattutto, mentre il Senato stesso era percorso da proteste esplicite e plateali, il governo ha tirato dritto, imponendo peraltro il voto di fiducia.


Sel, M5S e Lega si sono presentati in aula con cartelli e lumini, a voler sottolineare il giorno in cui si celebrava il funerale della scuola pubblica, del libero insegnamento e del diritto allo studio. Alla ministra Giannini qualcuno ha persino chiesto se davvero si sentiva orgogliosa di aver collaborato “a questo schifo di legge”.

L'articolo prosegue subito dopo


Il maxi emendamento prevede l’assunzione di 100 mila precari a partire dal prossimo settembre e rinvia a dicembre la pubblicazione del prossimo bando per 60 mila nuovi posti. Congelato il sistema di chiamata diretta da parte del preside (possibilità di conferire incarichi triennali a docenti individuati in prima persona), ma solo per un altro anno. I poteri del cosiddetto super preside sono limitati dagli organi scolastici (ad esempio il consiglio di istituto), ma la l’introduzione della nuova figura del dirigente e responsabile scolastico dovrebbe rimanere.

Leggi anche

1 Trackback & Pingback

  1. Clima surreale al Senato: approvata la Buona Scuola

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*