Clorexidina per la gengivite - Notizie.it

Clorexidina per la gengivite

Wellness

Clorexidina per la gengivite

Insieme con la spazzolatura regolare e filo interdentale, la clorexidina aiuta a curare la gengivite. Circa il 52,9 per cento degli americani sopra i 20 anni soffre di gengivite, riferisce l’Istituto Nazionale di Ricerca dentale e craniofacciale. I dentisti utilizzano un numero di trattamenti per la condizione, compresa la clorexidina, un farmaco da prescrizione.

Funzione
La gengivite è causata dalla presenza di batteri lungo la linea delle gengive. La clorexidina funziona penetrando attraverso gli strati protettivi di cellule batteriche, causando la morte delle cellule.

Tipi
La clorexidina è disponibile in due forme: una liquida per il risciacquo e un chip che può essere collocato nella tasca dei vostri denti.

Durata
I dentisti in genere prescrivono la forma di clorexidina liquida per risciacquare la bocca per 30 secondi una volta al giorno in un dosaggio 15 mL, riporta la Mayo Clinic. La versione del chip è in genere prescritta una volta ogni tre mesi fino a quando la condizione persiste, secondo RxList.

Avvertenza
Sebbene efficace nell’eliminare i batteri, la clorexidina non rimuove la placca e tartaro, spiega la Mayo Clinic.

Anche con il farmaco, regolare spazzolamento e filo interdentale sono necessari per una buona salute orale.

Considerazioni
Poichè i suoi effetti sullo sviluppo del feto non sono noti, raramente i medici prescrivono clorexidina per il trattamento della gengivite in donne in gravidanza. Se avete otturazioni dentali anteriori o una storia di parodontite, potrebbe non essere sicuro l’utilizzo di clorexidina, mette in guardia la Mayo Clinic.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

disfotopsia
Salute

Come vivere con la disfotopsia

22 ottobre 2017 di Notizie

Se dopo un intervento alla cataratta si soffre di disfotopsia si può ricorrere a un paio di occhiali, all’uso di farmaci appositi o a un intervento chirurgico.