Coldiretti a Scrittorincittà, per valorizzare la terra e difendere il cibo genuino COMMENTA  

Coldiretti a Scrittorincittà, per valorizzare la terra e difendere il cibo genuino COMMENTA  

Dal 13 al 17 novembre, sarà protagonista a Cuneo la 15ª edizione di Scrittorincittà, il cui filo conduttore è il tema “Terra, Terra!”, inteso come l’inizio di un viaggio, l’avvistamento di mondi nuovi, ma anche l’occasione di confronto costruttivo con i problemi reali del nostro tempo, come la cementificazione selvaggia, che ruba letteralmente la terra alle comunità che la abitano e che la utilizzano per coltivare e produrre il cibo. Si tratta del fenomeno del c.d “land grabbing”, l’accaparramento delle terre, che dallo scoppio della crisi finanziaria, ha spinto alla fame migliaia di persone che vivono nel Sud del mondo.

“Il tema di quest’anno evidenzia, tra gli altri importanti valori, il ritorno alla terra come risorsa preziosa, da valorizzare, perché fonte di vita, madre e fedele testimone delle nostre origini. In quest’ottica, si inserisce la presenza e la partecipazione attiva di Coldiretti al festival della letteratura e della cultura contemporanea” – evidenziano Marcello Gatto e Bruno Rivarossa, presidente e direttore di Coldiretti Cuneo.

Coldiretti presenterà i prodotti a KMØ delle aziende agricole alla serata di premiazione del Primo romanzo, che si terrà il 15 novembre alle ore 18.30, presso il circolo L’Caprissi di Cuneo: eccellenze del territorio, con la qualità certificata dal circuito Campagna Amica Coldiretti, per portare a riflettere su valori insostituibili: sul rispetto della terra e sull’impegno quotidiano di chi lavora in agricoltura, per difendere la genuinità delle produzioni agricole, valorizzando una grande ricchezza del nostro territorio, che genera economia e, al tempo stesso, per ritrovare e riscoprire le nostre origini.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*