Coldiretti: l’Imu è ingiusta e va modificata

Attualità

Coldiretti: l’Imu è ingiusta e va modificata

Coldiretti, con l’impegno in prima persona del presidente Sergio Marini, ha chiesto al Governo di provvedere alla sostanziale modifica della nuova imposta.
Coldiretti chiede con convinzione di ridurre l’aliquota IMU nei confronti degli agricoltori professionali, che vivono esclusivamente di agricoltura: la puntualizzazione è d’obbligo, perché “spesso l’acquisto di terra e di fabbricati agricoli è diventata occasione di puro investimento e speculazione – dicono Paolo Rovellotti e Bruno Rivarossa, presidente e direttore di Coldiretti Piemonte -. Professionisti ed operatori economici di settori industriali hanno acquistato cascine, generando una concorrenza sleale al vero agricoltore. L’IMU deve colpire proprio queste figure e salvare l’agricoltore vero che sul bene terra non specula, anzi ci vive”.


In questo senso, nei giorni scorsi, è stato approvato un ordine del giorno dal Parlamento. Il ministro Catania ha promesso il suo impegno per una modifica. Ora molto dipenderà dal Governo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...