Coldplay, doppio live a San Siro: ecco le ultime novità

Milano

Coldplay, doppio live a San Siro: ecco le ultime novità

Coldplay Tour 2017: il delirio su Facebook
Coldplay Tour 2017: il delirio su Facebook

È arrivato il momento dei due concerti dei Coldplay a San Siro. Concerti tanto attesi quanto molto discussi per via dei biglietti esauriti in un lampo: l’appuntamento con Chris Martin, Jonny Buckland, Guy Berryman e Will Champion è a San Siro per le serate di lunedì 3 e martedì 4 luglio 2017.

Coldplay, la scaletta “on demand”

Quelle di Milano sono le uniche due tappe in Italia per l’A Head Full Of Dreams Tour: la scaletta ripercorre l’intera carriera dei Coldplay, dal primo album Parachutes (con Yellow) all’ultimo A Head Full Of Dreams Tour (da Adventure of a Lifetime a Up&Up).

Una scaletta che potrà variare, Chris Martin e compagni, infatti hanno voluto fare una sorpresa ai propri fan lanciando un appello sul loro sito ufficiale: “Se c’è una canzone dei Coldplay che di solito la band non suona, fateci una richiesta, potremmo suonarla“. Perché il brano venga eseguito nel corso dei concerti milanesi bisogna registrare un video di circa 15 secondi, in cui si spiegano, in italiano, le ragioni per cui si desidera che il pezzo venga inserito in scaletta.

Il video dev’essere caricato su Instagram, con il titolo della canzone trasformato in hashtag aggiunto a #MilanRequest.

Coldplay, lo show

Con lo stadio già tutto esaurito, e dimenticate quindi le polemiche legate al fenomeno del secondary ticket, dopo l’annuncio ufficiale delle date milanesi, i Coldplay, accontenteranno i proprio fan offrendo il meglio della loro discografia e uno show che si preannuncia pirotecnico e coloratissimo.

La festa in technicolor si aprirà con i filmati dei fan inviati da ogni parte del globo, subito dopo la sigla affidata alla voce di Maria Callas, propone infatti, insieme ai brani di «A head full of dreams», i classici come «Yellow», «Trouble», «Clocks», «Viva la vida», «The Scientist», fino ai nuovi brani del recente Ep Kaleidoscope, «All I can think about is you» e «Something just like this».

Sicurezza e cosa si può portare

L’organizzazione fa sapere che all’interno dello stadio sarà vietato: introdurre valigie, trolley, borse, zaini, bombolette spray (inclusi antizanzare, deodoranti, creme solari), trombette da stadio, armi, materiale esplosivo, fumogeni, pietre, catene, coltelli e altri oggetti da taglio, bevande alcoliche di qualsiasi gradazione, sostanze stupefacenti, veleni, sostanze nocive, materiale infiammabile.

Una serie di divieti che riguardano anche l’esposizione di materiale che ostacoli la visibilità agli altri spettatori o che interferisca con la segnaletica di emergenza o che, in qualsiasi caso, sia di ostacolo alle vie di fuga verso le uscite.

Ovviamente è vietato volgere qualsiasi genere di attività commerciale che non sia stata preventivamente autorizzata (per iscritto, dalla società organizzatrice dell’evento), porre in essere atti aggressivi nei confronti del personale addetto al controllo; danneggiare o manomettere in qualsiasi modo strutture, infrastrutture e servizi dell’impianto; arrampicarsi su balaustre, parapetti, divisori ed altre strutture non destinate alla permanenza del pubblico; stazionare su percorsi di accesso e di esodo e su ogni altra via di fuga.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche