Colloquio telefonico: errori da non fare

Lavoro

Colloquio telefonico: errori da non fare

colloquio telefonico

Il colloquio telefonico è diventato il primo step, il primo esame da superare nel caso di assunzioni; imparate con noi come fare.

Il colloquio telefonico è diventato il primo step, il primo esame da superare nel caso di assunzioni; l’importanza di una conversazione telefonica è stata spesso sottovalutata, ma è un grave errore.

Vediamo insieme quali sono gli errori da non commettere.

  1. Un tono di voce dimesso e sfiduciato

Chi si accinge a fare una prima selezione al telefono vuole sentire toni decisi e sicuri (non sfrontati). L’ideale è presentarsi subito con il proprio nome ad evitare secondi di imbarazzo. Dimostrate energia e fiducia: potrebbe essere la strada per ottenere la possibilità del colloquio face to face.

  1. Rispondere in macchina o in pubblico

Oltre al fatto di essere molto pericoloso, rispondere ad una chiamata per un colloquio di lavoro in macchina è anche distruttivo per la prima impressione data al selezionatore. Il guidatore è distratto dalla guida e non pone la dovuta attenzione alla telefonata.

Questo si percepisce e può costare il lavoro. Lo stesso vale rispondere in pubblico o all’aperto dove i rumori e le voci esterne non daranno la giusta concentrazione. E’ opportuno fare in modo da trovarsi in un posto tranquillo se si aspetta una chiamata di lavoro.

  1. Notifiche del cellulare attive.

Il trillo continuo di notifiche su un cellulare mentre si sta sostenendo una conversazione di lavoro è poco opportuno, non proprio educato e inoltre distrae dal vero obiettivo della telefonata.

  1. Dare per scontato di sapere con chi state parlando

E’ opportuno fare delle opportune ricerche sull’azienda che vi deve contattare: la rete esiste anche per questo. Informatevi sui dirigenti delle risorse umane attraverso i siti web o i profili sui Social. Insomma abbiate un minimo di conoscenza del vostro probabile interlocutore.

  1. Risposte a monosillabi

Parlare al telefono non è sempre facile, è vero; ma non per questo si risponde a monosillabi: per evitare di dare risposte troppo brevi e poo esaurienti sulle vostre competenze o i vostri passati incarichi fare un elenco con punti selezionati è la scelta migliore.

  1. L’impreparazione alle domande di rito

Il colloquio telefonico di lavoro si basa, più o meno sempre sulle stesse domande:

  • Che tipo lavoro state cercando e perché?
  • Lavorate attualmente?
  • Se si perché volete cambiare?
  • Quando siete disponibili per un colloquio dal vivo?
  • Quando sarete in grado di iniziare a lavorare ?
  • Avete referenze?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...